rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Basket

Serie A1 Femminile, 4a giornata: risultati e commenti

Un trio in testa, bene Geas, San Martino, Broni e Bologna. Le dichiarazioni dei protagonisti dopo l'ultimo turno di campionato

Schio, Campobasso, Venezia: un trio in testa alla classifica dopo quattro giornate della Techfind Serie A1. Buoni segnali per Bologna e prima vittoria nelle retrovie per le lombarde della Broni.

Nel big match l'Umana Reyer Venezia supera brillantemente l'ostacolo Passalacqua Ragusa, 64-71. Guidata da Anderson (15 punti), la formazione orogranata stende nell'ultimo quarto le iblee (Taylor mette 15 punti e 10 rimbalzi) con un break di 17-23. Il capitano della Reyer Martina Bestagno: "Una partita non bellissima, punteggio basso, ma sapevamo che dovevamo stringere le cinghie in difesa. Ragusa è un campo difficile dove giocare, specie da quando è tornato il pubblico, siamo contente di aver portato a casa una partita così tosta". Deluso il coach di Ragusa Gianni Recupido: "È stata una brutta prestazione da parte nostra e questo al di là del risultato, perché perdere con Venezia ci può stare. Quello che non ci può stare è la prestazione e non sono per niente contento che alla prima difficoltà abbiamo provato da soli a risolvere. Non abbiamo fatto quello per cui abbiamo lavorato, sono veramente deluso perché noi possiamo vincere con Venezia se in campo facciamo la nostra pallacanestro". 

Tiene il passo il Famila Wuber Schio, che al PalaCattani (prossima sede di Italia-Lussemburgo, il 14 novembre, per le qualificazioni a Eurobasket Women 2023) supera la E-Work Faenza 54-70. 12 a testa di Cupido e Kunaiyi-Akpanah (22 rimbalzi per lei) per le romagnole, 18 della francese Gruda in casa scledense. 

Assieme alle due finaliste della passata stagione c'è La Molisana Magnolia Campobasso: le molisane battono il Banco di Sardegna Dinamo Sassari 94-59 guidate da una sontuosa Gray (25 punti, 11 rimbalzi), vincente in un gran duello con la sassarese Shepard (22+11). Così il coach campobassano Domenico Sabatelli: "Siamo partiti difensivamente in maniera soft. Poi abbiamo cominciato a difendere come sappiamo e da lì abbiamo preso energia in attacco perché, come ho sempre detto alle ragazze, se difendiamo in maniera aggressiva in attacco poi tutto è più facile e, in effetti, poi la partita si è incanalata su di un percorso particolarmente piano". Il coach sassarese Antonello Restivo: "Abbiamo approcciato molto bene alla partita, siamo partiti bene soprattutto da un punto di vista di mentalità difensiva stiamo crescendo molto. Poi dopo quando abbiamo iniziato a subire troppo fisicamente in difesa ci siamo anche disuniti in attacco, perchè ci rendiamo conto che fisicamente siamo uno step inferiore a Campobasso. Questo alla lunga si è visto e abbiamo pagato, subendo il 70% dentro l'area". 

Dopo le tre sconfitte consecutive tra coppa e campionato, la Virtus Segafredo Bologna passa agevolmente sul campo dell'Akronos Moncalieri per 49-84, con una Hines-Allen in grande spolvero da 27 punti e 8 rimbalzi. Per la squadra di casa 19 di Paixao. Così la USA Hines-Allen a fine gara: "Venivamo da qualche sconfitta consecutiva e avevamo bisogno di tornare in campo concentrate. Abbiamo cercato di resettare ed affrontare questa partita con un altro spirito e con la mente libera e alla fine ce l’abbiamo fatta e abbiamo portato a casa la vittoria”. Coach Paolo Terzolo dopo la sconfitta: "Una partita difficile per noi, lo sapevamo, il valore dell'avversario ha fatto la differenza però la qualità della partita della Virtus Bologna è evidente e l'esito era normale, nonostante una prestazione che giudico positiva per spirito di squadra e impegno".

Buona affermazione esterna anche del Fila San Martino di Lupari, 55-69 sul campo dell'Use Rosa Scotti Empoli. Ai 16 di Bocchetti risponde una trascinatrice Kelley, 21 punti e 18 rimbalzi all'attivo, per le "Lupe" (senza Milazzo e Ianezic). La MVP dell'incontro per le giallonere: "Il coach mi ha chiesto di giocare la mia pallacanestro, mi sento una leader per la squadra quindi cerco sempre di coinvolgere le mie compagne. Volevamo tenere un ritmo alto, ci siamo riuscite oggi mettendo in difficoltà Empoli". Il commento della pivot empolese Zada Williams, ottimista nonostante il quarto ko di fila: "Ci abbiamo messo tanta energia e i tiri erano presi con buon ritmo, forse siamo mancati in difesa dove abbiamo avuto alcuni lapsus che San Martino ci ha fatto pagare".

Molto avvincente il derby lombardo tra Allianz Geas Sesto San Giovanni e Limonta Costa Masnaga: le rossonere, che recuperano Gwathmey in organico, vincono 77-73 guidate dal 19+11 di Graves; dall'altra parte 15 per Villa e Jackson. Coach Zanotti per il Geas: "È stata una partita molto intensa in cui non ci siamo mai disunite. Abbiamo messo in campo varie difese, cosa cui le ragazze sono poco abituate, ma verso la quale hanno messo dedizione, nonostante qualche sbavatura che ci sta. Costa è una buonissima squadra, molto ben allenata, capace di trarre vantaggi dagli uno contro uno: noi siamo state attente a non concedergliene troppi, a parte forse nei primi 5 o 6 minuti. Forse avremmo potuto controllare maggiormente i ritmi, ma posso assolutamente ritenermi soddisfatta dei 2 punti presi con Costa, che durante la stagione darà di sicuro del filo da torcere un po’ a tutti”. Per Costa, il commento di coach Paolo Seletti: "E' stato un vero derby. Abbiamo giocato una buona pallacanestro, punto a punto, con una squadra che ha ambizioni molto più grandi di noi. Non siamo stati precisi nel finale. La comunicazione dentro al campo è un aspetto che dobbiamo migliorare".

Prima vittoria in campionato per la Costruzioni Italia Broni che in un match a basso punteggio la spunta sulla Gesam Gas E Luce Lucca per 56-48: Dedic con la firma d'autore, 17 punti e 12 rimbalzi; per Lucca 19 i punti di Dietrick. Grande felicità per il coach bronese Andrea Castelli: "Ci voleva proprio questa vittoria. La settimana scorsa aveva lasciato degli strascichi, qualche infortunio, ma siamo state brave a reagire. Abbiamo difeso molto bene per tre quarti. Lucca ha sempre dovuto rincorrere, senza mai riuscire a mettere il naso avanti. Non abbiamo tantissimi punti nelle mani, quindi dobbiamo lavorare soprattutto in difesa, dove abbiamo dato veramente tutti una grande prova di applicazione e aggressività". In casa lucchese amareggiato coach Luca Andreoli: “Non ci resta che rimboccarci le maniche e capire gli errori fatti. Dovremo mettere un altro tipo di intensità poiché altrimenti avremo problemi a vincere fuori casa. Ci dispiace per i tifosi che sono venuti fino a Broni e quelli che ci hanno seguito da casa. Bisogna necessariamente resettare e ripartire da capo.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A1 Femminile, 4a giornata: risultati e commenti

Today è in caricamento