Domenica, 19 Settembre 2021
Sport Russia

Boxe in lutto, Maxim Dadashev non ce l'ha fatta: il pugile muore a 28 anni

Maxim Dadashev è morto a 28 anni per le conseguenze dei colpi ricevuti durante l’incontro di venerdì scorso con Subriel Matias: "Pugile di talento, marito e padre amorevole"

Dadashev lascia il ring sulle sue gambe dopo l'incontro. La situazione precipiterà poco dopo. Fonte: Twitter/Mace610

Il mondo della boxe piange il pugile russo Maxim Dadashev: è morto a 28 anni per le conseguenze dei colpi  ricevuti durante l’incontro di venerdì scorso con Subriel Matias per i superleggeri Ibf a Oxon Hill, nel Maryland.

Boxe, è morto il pugile russo Maxim Dadashev

Durante l'incontro il pugile classe 1990 era stato messo in ginocchio più volte dall’avversario. Il combattimento era stato sospeso alla fine dell’undicesima ripresa per decisione dell’allenatore di Dadashev. Il pugile era stato ricoverato con un'emorragia cerebrale e, dopo essere stato operato d'urgenza, era stato messo in coma farmacologico. A nulla però sono valsi i tentativi dei medici di salvargli la vita: il suo cuore ha smesso di battere.

Addio a Dadashev: "Pugile di talento, marito e padre amorevole"

Maxim Dadashev, di San Pietroburgo, lascia la moglie e un figlio piccolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boxe in lutto, Maxim Dadashev non ce l'ha fatta: il pugile muore a 28 anni

Today è in caricamento