Venerdì, 24 Settembre 2021
Calcio

Clamorosa bufala in amichevole tra Brasile e Argentina: falso Caniggia in campo

Oggi intanto la locale associazione di tutela dei consumatori ha deciso di citare in giudizio l'azienda carioca Fenix Sports, promotrice dell'evento

Non si placano in Sud America le polemiche sulla partecipazione di un 'falso' Caniggia in un'amichevole organizzata tra alcune vecchie glorie di Brasile e Argentina.

Il giocatore sceso in campo domenica scorsa all'Arena das Dunas di Natal non era infatti l'ex attaccante di Verona, Atalanta e Roma, ma un suo sosia quasi perfetto. 

Per l'esattezza l'ex attaccante di Velez e Newcastle, Daniel Cordone, riconoscibile dai tatuaggi e che però nell'occasione ha sfoggiato una folta chioma bionda, tanto da sembrare proprio l'autentico Claudio Paul Caniggia.

Quando se n'è accorto, il pubblico di paganti (c'erano circa 20 mila spettatori) non l'ha presa bene e ora molti si sono rivolti alla giustizia per chiedere il rimborso del biglietto, costato fino a 50 euro. Gli organizzatori della gara - terminata 3-3 - insistono invece nel sostenere che quel numero 7 visto in azione era davvero Caniggia. Oggi intanto la locale associazione di tutela dei consumatori ha deciso di citare in giudizio l'azienda carioca Fenix Sports, promotrice dell'evento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clamorosa bufala in amichevole tra Brasile e Argentina: falso Caniggia in campo

Today è in caricamento