rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Calcio

Il "Gallo" Belotti ancora nel limbo: dove giocherà in questa stagione

Un anno fa vice-Immobile nell'Italia Campione d'Europa, attualmente senza squadra dopo la partenza da Torino: tante le pretendenti, ma resta ancora il punto interrogativo in merito alla sua destinazione

Quella di Andrea Belotti rappresenta una delle stranezze, o delle storture, di un mercato che a volte presenta scenari difficilmente immaginabili, cambi di prospettiva complicati anche solo da immaginare. Il calcio d’inizio della Serie A è previsto tra ventiquattro ore, ed il “Gallo” resta ancora un personaggio in cerca di autore, o meglio di una squadra dopo la partenza da Torino a naturale scadenza del contratto precedentemente sottoscritto, terminato con la fine della scorsa stagione.
Parabola singolare, quella della punta bergamasca, che compirà 29 anni a dicembre: esploso in Piemonte dopo gli anni trascorsi con la maglia dell’Albino Leffe e del Palermo, blindato dal presidente Cairo con una clausola rescissoria da 100 milioni di euro nell’anno in cui timbrò 28 volte il cartellino (26 in campionato, sul podio dei bomber dietro D?eko e Mertens) e appena dodici mesi fa vice-Immobile nella spedizione azzurra agli Europei, vinti anche grazie al suo rigore realizzato nella semifinale contro la Spagna e malgrado il suo errore dal dischetto nella serie di penalty di finale contro l’Inghilterra.

Reduce da una stagione travagliata, vissuta a metà a causa di problemi fisici, corteggiato già durante la sessione invernale di mercato (Fiorentina, ma anche quel Milan disposto qualche tempo fa a mettere sul piatto una sessantina di milioni per averlo), le porte dell’estate di Belotti si sono spalancate con la certezza dell’addio al Torino - del quale resta l’ottavo miglior marcatore della storia, con 252 presenze e 113 reti – e una margherita piena di petali da sfogliare. Ma le immagini di una Champions da giocare (anche Napoli e Juventus erano finite con l’essere ricomprese nella lista delle candidate) ed dell’esperienza – inedita nella sua carriera – in un campionato estero (Monaco e Nizza in Ligue 1, Valencia in Spagna, Bournemouth e West Ham in Premier) sono scorse via velocemente, solo intraviste dal passeggero attraverso il finestrino di un treno in corsa che, al momento, non ha ancora una destinazione.

Belotti è ancora nel limbo, insomma. Attendendo una Roma che deve perfezionare un’uscita nel pacchetto offensivo (si è complicata la partenza di Shomurodov, resta complessa quella di Felix) ed a cui l’attaccante lombardo ha promesso pazienza, la cui data di scadenza si sta però sempre più avvicinando con il passare dei giorni. Fonti inglesi parlano di un interessamento del Manchester United, ma è soprattutto il Galatasaray – che ha già scippato all’Italia Torreira e Mertens – a rappresentare un’alternativa plausibile. E anche robusta economicamente, se verranno confermati i “rumors” di un ingaggio di quattro milioni annui al giocatore: offerta superiore a quella dei giallorossi, ed ai 3 milioni più bonus proposti l’estate scorsa per convincere l’attaccante a restare in granata. Intanto la Serie A comincia senza Belotti, ma la sensazione è che la prossima settimana si materializzerà la soluzione del rebus. Con la prospettiva di un “Gallo” che cominci a cantare, stavolta sì, in una lingua diversa dall’italiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "Gallo" Belotti ancora nel limbo: dove giocherà in questa stagione

Today è in caricamento