rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Calcio

Chi è Andreas Schjelderup, il nuovo talento del Benfica

Classe 2004, è uno dei migliori giovani talenti europei: sbarca a Lisbona dal campionato danese per 9 milioni più bonus

Il mercato di gennaio in Italia non decolla. E, soprattutto, nessuno dei top club della nostra serie A sembra interessato e proiettato ad un colpo in prospettiva futura. Così, uno dei migliori talenti europei in circolazione prende la strada di Lisbona e si cuce addosso la maglia del Benfica per i prossimi cinque anni. Si tratta di Andreas Schjelderup, classe 2004, 176 centimetri, piede destro. E' un esterno offensivo di sinistra, trequartista o seconda punta. Il 18enne norvegese ha firmato con i lusitani fino al 2028, operazione da 9 milioni più bonus (fino ad arrivare a 14 milioni) con il Nordsjaelland. Il talentino nordico è considerato uno astro nascente del calcio calcio europeo. E Manuel Rui Costa, direttore del Benfica, ha fatto vedere ancora una volta di che pasta è fatto, andandolo a prendere a cifre ancora ragionevoli, prima che attorno a lui si scatenasse un'asta e s'inserissero i top club spagnoli e inglesi.
In tanti sono certi, tra gli addetti ai lavori, che Schjelderup sarà un futuro campione. E' il secondo colpo fatto in Scandinavia per il Benfica in questa sessione di mercato: era già arrivato Tengstedt dal Rosenborg. Ma sul 2004 appena sbarcato a Lisbona le attenzioni sono enormi: nonostante l'età acerca, ha mentalità da calciatore fatto e giocate di livello assoluto. Quando parte sul lato sinistro dell'attacco, diventa letale giocando a piede invertito. Dribbling, attacco della porta, gol. Ma non è un solista: ha intelligenza e gioca per la squadra. Non è un caso che il Nordsjaelland sia la capolista in Danimarca. E che lui sia il capocannoniere del campionato.

Lo chiamano "Chucky"

Cresciuto nel Bodo Glimt, a 15 anni era titolare con i norvegesi. Tre anni dopo, è già un club storico del calcio europeo. Il suo talento rischia di oscurare presto quello di Odegaard, passato a 19 anni al Real Madrid e oggi all'Arsenal. Faccia pulita da ragazzo perbene, i tifosi danesi lo paragonavano a "Chucky - La bambola assassina", sia per il volto innocente che la ferocia in campo.

Il Benfica è pronto a farlo crescere senza fretta e vederlo esplodere nelle prossime stagioni, prima di realizzare con lui l'ennesima plusvalenza record della sua storia recente. Presto il cartellino del norvegese varrà almeno il triplo della cifra pagata oggi da Rui Costa.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Andreas Schjelderup, il nuovo talento del Benfica

Today è in caricamento