rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Calcio

Andrej Galabinov a quota 100: storia del il bulgaro entrato tra i grandi della B

Una famiglia di campioni di volley, la gavetta in D e in C. L'ariete della Reggina ora scala posizioni nella classifica all time dei bomber stranieri della cadetteria

Una storia da raccontare, una valigia piena di sogni. Molti già realizzati. Non nel volley, come gran parte della sua famiglia, ma nel calcio. Andrej Galabinov, 33 anni, attaccante bulgaro della Reggina, domenica scorsa ha segnato la rete numero 100 nei campionati italiani: 6 in serie A, 62 in regular season di B, 30 in C e 2 nei play-off post season.

Un percorso iniziato da lontano, nel 2005, anno in cui è arrivato nel nostro Paese, giovanissimo, assieme alla famiglia e soprattutto al papà, coach di volley, arrivato in Italia da Cipro per allenare a Modena. Il fratello Yordan e la madre, Paulina, hanno seguito le orme del padre Assen e del nonno, Andrey. Tutte star sotto rete in Patria e non solo. La famiglia di Andrej vive di sport: c'è anche lo zio materno, Jordan Filipov, ex portiere della Bulgaria. L'ariete della Reggina, che aveva fatto la trafila nel Cska Sofia e una stagione nell'Omonia Nicosia, ha scelto la strada di zio Jordan.

Tante storie di successo in casa, ma lui con umiltà parte a testa bassa dalla serie D, nel Castellarano. Lì lo nota il Bologna, che lo prende e lo spedisce in prestito a Giulianova e alla Giacomense, nella seconda divisione della Lega Pro. Nel 2009 va a Lumezzane a titolo definitivo e parte la sua scalata. La serie B e la C anche con Livorno, Sorrento, Bassano Virtus, Gubbio e Novara. Con i piemontesi segna 25 gol e finalmente, nel 2017, arriva la chance in serie A: va al Genoa, ma non sfonda. Ricomincia daccapo, in B, con lo Spezia. E con le Aquile conquista sul campo la massima serie per una promozione che rimarrà nella storia del club ligure e del nostro calcio.

L'estate scorsa ha scelto di nuovo la B, a Reggio Calabria. E nella cadetteria adesso sta scrivendo di nuovo la storia: con 62 gol nella sola regular season di B ha agganciato al terzo posto nella classifica all time degli stranieri Giulio Ebagua. La graduatoria è comandata da Granoche a quota 97, secondo Jeda a 69, non considerando Moscardelli e Margiotta, nati all’estero ma con anche nazionalità italiana.

In carriera anche 14 partite e 2 gol con la maglia della Bulgaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrej Galabinov a quota 100: storia del il bulgaro entrato tra i grandi della B

Today è in caricamento