Domenica, 17 Ottobre 2021
Calcio

Antonio Conte, niente ritorno in panchina: il Newcastle ha scelto un altro allenatore

Antonio Conte non tornerà subito in panchina dopo aver lasciato l’Inter, il Newcastle infatti ha scelto un altro allenatore.

Antonio Conte non sarà l’allenatore del ricchissimo Newcastle appena passato al fondo sovrano dell’Arabia Saudita e diventato da un giorno all’altro il club con la maggiore potenza di fuoco economica d’Europa. Il PIF infatti ha un valore di 430 miliardi di euro e sarebbe pronto a rendere il club competitivo fin dai prossimi mesi.

Antonio Conte non sarà il nuovo allenatore del Newcastle

La prima mossa dei nuovi proprietari sarà il cambio di allenatore. Steve Bruce non sarà più la guida della squadra attualmente penultima in classifica in Premier League con soli tre punti e ancora nessuna vittoria dopo sette partite. Negli scorsi giorni era spuntata anche un pista italiana per il Newcastle che portava ad Antonio Conte che la Premier la conosce bene per avere allenato il Chelsea. 

L’ex tecnico nerazzurro veniva dato nelle posizioni di testa a quella che è diventata una delle panchine più contese d’Europa. Non sarà però lui il nuovo allenatore degli inglesi che avrebbero scelto Brendan Rodgers per iniziare un nuovo percorso. L’attuale allenatore del Leicester, ed ex Liverpool, approderà ai magpies che pagheranno la clausola rescissoria da 16 milioni per liberarlo dalle foxes. 

Quale futuro per Antonio Conte?

Antonio Conte vede così sfumare una nuova possibilità dopo essere stato accostato a diverse panchine in estate, tra cui quella del Tottenham. Per lui sembra essersi chiusa anche la possibilità Barcellona. Laporta, stretto nella morsa della crisi finanziaria dei catalani, non può esonerare Ronald Koeman e così anche le voci di un appprodo dell’ex CT azzurro in Spagna non porteranno ad una nuova avventura.

Difficile ipotizzare adesso cosa farà Conte. In Italia le big hanno tutti i posti occupati e molte di loro hanno iniziato un nuovo percorso con nuovi allenatori, difficilmente cambieranno in questa stagione. All’estero la situazione è molto simile, l’unico scossone potrebbe arrivare da Parigi nel caso in cui Pochettino non riuscisse a gestire tutte le sue stellle ma per ora l’argentino sta facendo il suo dovere con il primo posto in Ligue 1, con già sei punti di vantaggo sugli avversari, e la vittoria in Champions League con il Manchester City che lo ha portato a guidare anche il girone in Europa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Conte, niente ritorno in panchina: il Newcastle ha scelto un altro allenatore

Today è in caricamento