L'Atalanta si stringe intorno a Ilicic, Gasperini: "E' circondato da tanto affetto"

Gasperini: "Sono quelle situazioni che possono capitare quando meno te lo aspetti, probabilmente a chiunque e proprio per questo siamo tutti in aiuto suo perchè esca da questo e torni ad essere il giocatore che era prima"

L'Atalanta che sogna l'impresa in Champions si stringe intorno a Ilicic, che è tornato a casa in Slovenia e sta attraversando un momento personale complicato. "Come sta Ilicic? Josip è circondato da tanto affetto, sono quelle situazioni che possono capitare quando meno te lo aspetti, probabilmente a chiunque e proprio per questo siamo tutti in aiuto suo perchè esca da questo e torni ad essere il giocatore che era prima". Sono le parole del tecnico dell'Atalanta Gian Pero Gasperini sulle condizioni di Josip Ilicic. Il giocatore non tornerà in campo per la Champions. "Per questa Champions è difficile perchè il giocatore è fermo da tanto tempo e sarà difficile ma sarebbe già bello per la prossima stagione", ha proseguito Gasperini a Radio Anch'Io Sport su Raio Rai.

"La sua assenza ci ha tolto molto, per la qualità del giocatore e perchè in organico non abbiamo una alternativa anche simile come ruolo, ma ci siamo adattati bene con Malinovskyi, Pasalic e con l'entrata molto spesso determinante di Muriel, quando ti viene a mancare un giocatore di questo valore qualche difficoltà c'è ma siamo riusciti a sopperire bene come fatto con l'assenza di Zapata, è un grande merito della squadra. Comunque giocando partite secche è più facile sopperire ad una assenza che non in un campionato intero", ha aggiunto il tecnico dell'Atalanta.

La stagione dell'Atalanta già così è da urlo. Ma nessuno ha intenzione di fermarsi sul più bello. "Già essere ai quarti di Champions è un traguardo enorme: affronteremo la sfida col Psg con soddisfazione e l'intenzione di giocare al meglio le nostre chance. Perché qualche chance la possiamo avere'' ha detto Gian Piero Gasperini. ''A fare la differenza saranno diverse cose: la tecnica, la condizione fisica e mentale. E' stato un periodo molto impegnativo, perché giocare con questa continuità di partite è stato davvero anomalo e ha tolto energie ai giocatori. Ma ora abbiamo un periodo sufficiente per poterci preparare al meglio e arrivare bene a questa gara. Non si sa bene se sia stato meglio giocare 13-14 gare come abbiamo fatto noi oppure riposare come è capitato alle squadre francesi: lo capiremo anche vedendo Juventus-Lione''.

"La semifinale? In questo momento sogno di poter superare il turno e giocare una semifinale, ma so che la difficoltà della gara sarà grande. I francesi sono una squadra di grande talento, candidata a vincere la Champions. Molto dipenderà anche da Mbappé, un giocatore di grande valore, ma qualche chance la possiamo avere. Il recupero di Gollini? Vedremo meglio domani, è una forte contusione''. La Dea giocherà in Champions anche nella prossima stagione e stavolta potrebbe farlo al Gewiss Stadium: ''La società sta facendo di tutto per rendere lo stadio di Bergamo accettato dall'Uefa. Si sta muovendo in questa direzione ed è probabile che l'Atalanta giochi la prossima Champions a Bergamo''. Per la prossima stagione Gasperini pensa a fare meglio ma non allo scudetto. "L'Atalanta non può pensare così ma farà di tutto per migliorarsi. Il nostro sistema non consente a lungo di rimanere in alto a società come l'Atalanta ma la squadra è buona e se la società riuscirà a rafforzarla ancora possiamo essere ancora competitivi", ha proseguito il tecnico spiegando che "quello che è stato il target dell'Atalanta adesso va spostato, la realtà è diversa, le risorse sono cambiate e ora l'Atalanta ha bisogno di qualcosa di diverso rispetto a qualche tempo fa. Che in Italia possa esserci qualche altra nuova Atalanta è possibile anche se è sempre più difficile per le pressioni mediatiche ed economiche che sono spostate di più verso le città metropolitane".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 "Avevamo l'obiettivo di poter recuperare Ilicic per fine stagione per poterlo presentare a Lisbona per la Champions. Probabilmente non sarà così, ma lui sa che la squadra gli vuole bene, la società anche , la città lo ama. Lui è un bergamasco, lo vogliamo con noi prima o poi". E' il messaggio che il dg dell'Atalanta, Umberto Marino, manda al calciatore sloveno, tornato da qualche giorno in patria per non meglio precisati motivi personali. Poco prima dell'ultima partita di campionato con l'Inter, anche Alejandro Gomez a Dazn ha parlato di Ilicic. "Ci manca tanittissmo come persona soprattutto, in spogliatoio è fra i più esperti. A me soprattutto manca perché è un grande amico, speriamo di dedicargli questa vittoria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chi è Tommaso Zorzi e perché è famoso: tutto sull'influencer, dall'amore alla carriera

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

  • Mascherina (di nuovo) obbligatoria all'aperto in Campania: l'ordinanza di De Luca

  • Calciomercato, le ultime notizie su trattative, acquisti e cessioni: Lazio, colpo in difesa

  • Brogli, schede occultate al seggio elettorale: arrivano i carabinieri, il presidente si dimette

  • Elezioni, finisce 3 a 3: la Lega non sfonda in Toscana che resta "rossa" come la Puglia. Zaia e De Luca a valanga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento