Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Calcio

Matteo Pessina, il lungo stop è il peggiore dei guai possibile per l'Atalanta

L’Atalanta è alle prese con un altro grave infortunio, due mesi di stop per Pessina, un giocatore fondamentale per Gasperini.

Matteo Pessina starà fuori due mesi. Il responso è arrivato ieri, il problema muscolare è serio, al pari di quello di Gosens. Il giocatore salterà quindi le fondamentali gare contro il Manchester United in Champions League e almeno cinque partite di campionato. Un guaio, forse il più grande, che poteva capitare a Gasperini.

Perchè l’infortunio di Pessina complica la vita all’Atalanta

Matteo Pessina è tornata a Bergamo due estati fa dopo l’ottima prima stagione in carriera in Serie A con l’Hella Verona. Di lui si parlava un gran bene fin dai tempi delle giovanili e anno dopo anno ha confermato di avere un grande talento che gli ha permesso anche di vincere, da protagonista anche se non da titolare, l’Europeo con l’Italia. 

La sua assenza peserà più di quella degli altri infortunati dell’Atalanta. Più di quella di Gosens, perché sugli esterni con Zappacosta e Maehle, Gasperini sembra comunque essere coperto. Più di quella di Muriel e Zapata, che nel primo mese di stagione hanno accusato alcuni problemi fisici. Pessina è difficilmente sostituibili perché ha caratteristiche che nessuna nella rosa della Dea possiede.

Da Ilicic a Pasalic, chi riuscirà a sostituire Pessina?

Nella lunga lista di trequartista a disposizione dei bergamaschi è l’unico equilibratore, l’unico in che sa interpretare le due fasi di gioco, offensiva e difensiva, con la stessa efficacia. Rispetto a giocatori come Malinovskyi, Ilicic e Miranchuk è poi quello che attacca con maggiore incisività lo spazio, mentre i tre sopracitati si esaltano quando hanno la palla nei piedi. E questo puà diventare un problema perché senza inserimenti si rischia di diventare prevedibili.

L’unico che ha caratteristiche simili all'azzurro è Mario Pasalic, il croato però ha un grosso limite: la continuità. Al contrario di Pessina, sempre almeno sufficiente nelle sue prestazioni, spesso l’ex Chelsea si prende delle pause, anche durante la partita. Così per Gasperini adesso arriva il momento della scelta più difficile. Chi sostituirà Pessina? Molto probabilmente si cercheranno diverse soluzioni, si proverà a dare fiducia ad un Ilicic non in grande forma, avrà più spazio Miranchuk, russo dal mancino sublime ma che stenta a sbocciare, e poi ovviamente a Pasalic. A loro il compito di sostituire un giocatore che partito dalle retrovie nelle gerarchie del tecnico di Grugliasco è diventato imprescindibile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Pessina, il lungo stop è il peggiore dei guai possibile per l'Atalanta

Today è in caricamento