Sabato, 23 Ottobre 2021
Calcio

Axel Kei riscrive la storia: è il più giovane debuttante nei "Pro" americani

All'età di di 13 anni, 9 mesi e 9 giorni il giovane attaccante - originario della Costa D'Avorio - esordisce nella United Soccer League (secondo livello del calcio americano): è il record di precocità negli sport professionistici USA

E’ un tredicenne, originario della Costa D’Avorio, ad aver riscritto la storia dello sport a stelle e strisce. Si chiama Axel Kei, attaccante dei Real Monarchs, squadra che milita nella United Soccer League, il secondo livello del calcio “pro” americano. Al 61’ del match contro i Colorado Springs Switchbacks, disputato ieri sera e terminato con il punteggio di 0-0, ha fatto il suo ingresso in campo diventando – all’età di 13 anni, 9 mesi e 9 giorni – il più giovane atleta a debuttare in uno sport professionistico americano. Nel libro dei record dello sport d'oltreoceano, Kei prende così il posto di Freddy Adu, che aveva fatto il suo esordio nella Major League Soccer nel 2003 a 14 anni nella partita tra i suoi D.C. United e il San Jose Earthquakes (2-1), subentrando al 61' (curiosamente, lo stesso minuto Axel Kei) e divenendo all’epoca anche il più giovane atleta a giocare in un campionato professionistico "Made in Usa" dal 1887, ovvero da quando Fred Chapman debuttò quattordicenne nella massima serie del baseball.

Arrivato dall’Africa in California da bambino, Kei è una punta dotata fisicamente (è alto 185 centimetri) che ha già avuto modo di mettersi in mostra con la formazione Under 15 della Real Salt Lake Academy, risultando lo scorso anno il miglior realizzatore della squadra. Ma aveva già fatto parlare di sé nella MLS Next Cup, manifestazione organizzata dalla massima serie di calcio americano riservata alla formazioni giovanili. Era stato infatti premiato come miglior marcatore del torneo con cinque reti, che hanno permesso alla Real Salt Lake di alzare il trofeo battendo in finale a Frisco, nel Texas, la squadra dei Philadelphia Union con il punteggio di 2-0, copiando ed incollando il risultato della semifinale vinta contro i San Jose Earthquakes.
Pronosticare per Axel Kei un futuro nella Major del calcio americano diventa così naturale: la sua attuale formazione, i Real Monarchs, è infatti la “seconda squadra” proprio dei Real Salt Lake, franchigia militante nella massima serie, nella cui accademia Kei si è formato. E che potrebbero quindi promuoverlo e dare sostanza a quel sogno cullato da tanti suoi coetanei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Axel Kei riscrive la storia: è il più giovane debuttante nei "Pro" americani

Today è in caricamento