rotate-mobile
Domenica, 1 Ottobre 2023
Calcio

Calciomercato Lazio, possibile rivoluzione a centrocampo?

Oltre a quella di Milinkovic Savic, non è da escludere la partenza di Luis Alberto corteggiato dal campionato saudita, mentre anche le posizioni di Marcos Antonio e Basic non sembrano troppo salde

Quelle che, in origine, si pensava potessero essere delle scosse di assestamento, potrebbero divenire un vero e proprio terremoto. In casa Lazio si guarda con attenzione ai possibili sviluppi proposti dal calciomercato: prevale la rassegnazione all’idea che Milinkovic Savic, il prossimo campionato, giocherà con colori differenti. Di sicuro il patron Lotito non farà sconti sulla cifra richiesta per lasciar andare con un anno di anticipo il “Sergente”, sui cui si è fiondata l’Inter, ma il rischio di perderlo a giugno 2024 senza incassare un euro agevolerà la sua partenza dalla capitale. Ma c’è anche la situazione relativa a Luis Alberto a tenere in tensione l’ambiente: al di là delle sirene di Liga (sebbene stiano scemando le possibilità di un suo rientro in Spagna) e Ligue 1, per il “Mago” sta prendendo forma un’opportunità molto vantaggiosa economicamente.

A far vacillare il centrocampista iberico, che aveva manifestato la volontà di continuare a vestire il biancoceleste, ci sarebbe infatti una proposta proveniente dal campionato saudita. Le cifre che ballano sono importanti: le indiscrezioni parlano di otto milioni a stagione, somme al di fuori della portata della Lazio pronta a ritoccare l’accordo con Luis Alberto, rivedendo un ingaggio il quale resterebbe però ben distante da quello proposto dall’Al-Duhail. Per l’accordo tra i club ci sarà ancora da lavorare, visto che la dirigenza non sembra intenzionata a scendere sotto quei venti milioni già richiesti la scorsa estate, ma non è escluso che la differenza tra domanda ed offerta possa essere colmata, agevolando così la partenza del giocatore.

A questo, vanno poi aggiunte le perplessità su un Marcos Antonio che ha convinto “ad intermittenza”, ma vincolato da un contrato quinquennale firmato appena dodici mesi fa, e su Basic che già a gennaio era finito nell’elenco dei sacrificabili. Nella zona nevralgica del campo, la Lazio ripartirà sicuramente da Cataldi e Vecino, ma prende sempre più consistenza l’ipotesi di una rivoluzione che potrebbe davvero cambiare profondamente le sembianze della mediana biancoceleste.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Lazio, possibile rivoluzione a centrocampo?

Today è in caricamento