rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Calcio

Calciomercato Lazio: la fretta di Sarri, l'indice di liquidità ed il nodo rinnovi

Prima vendere e poi comprare: questo, in sintesi, lo scenario del mercato biancoceleste, mentre resta caldo il fronte "scadenze", con Luiz Felipe in cima alla lista dei contratti importanti da prolungare

Il “Comandante” esce allo scoperto, rivelando quello che – alla resa dei conti – è un po’ il segreto di Pulcinella. “Per quello che ho in mente ci vuole qualcosa in più anche a livello numerico, perché siamo tanti, ma qualcuno non è adatto a fare questo calcio. Un mercato non ci basta. Bisogna cominciare ad intervenire, perché fare tutto in un mercato diventa complicato”. Parole e musica di Maurizio Sarri, allenatore della Lazio, che riporta a galla un concetto già precedentemente espresso, seppur in maniera più velata, alcune settimane fa, e cioè: intervenire nelle prossime tre sessioni per ritoccare la rosa, in modo da renderla, se non proprio a mia immagine e somiglianza, quantomeno vicina ai connotati che il mio sistema di gioco contempla.

La prima delle tre finestre di mercato sta ormai entrando nel vivo, ma per ora in casa biancoceleste si lavora perlopiù sul fronte uscite in modo da poter sbloccare l’indice di liquidità (parametro che quantifica la capacità di un club di far fronte agli impegni finanziari assunti in relazione alla disponibilità economica in suo possesso) e lavorare così anche sull’operazioni in entrata. E le rinunce a Rossi, Escalante e Lukaku, seppur utili ad alleggerire il bilancio, non bastano per poter cominciare ad investire. Serve vendere, per comprare: in primis, c’è da sistemare un Muriqi ormai fuori dal progetto tecnico sarriano, per cui restano alla finestra club turchi ed inglesi (Leeds United), ma anche da piazzare un Lazzari che ha mercato in Italia, e che potrebbe finire alla corte di Gasperini a Bergamo, destinazione a quanto pare maggiormente gradita al calciatore rispetto ad un Torino che non ha mai nascosto il suo interesse nei confronti del terzino.

Intanto, gli obiettivi per la sessione invernale sembra siano già stati individuati: per la difesa i riflettori sono puntati su Nicolò Casale, in forza all’Hellas, che potrebbe arrivare subito con un prestito collegato ad un riscatto per una cifra nell’ordine dei dieci milioni di euro, mentre per il centrocampo Sarri ha indicato Allan come pedina funzionale al suo sistema di gioco. Il brasiliano, attualmente all’Everton e già allenato dal tecnico laziale ai tempi del Napoli, potrebbe tornare in Italia con la formula del prestito secco fino a fine stagione, sebbene sia da valutare la disponibilità del club britannico a privarsi di un centrocampista che ha già collezionato diciassette presenze tra campionato ed FA Cup, sedici delle quali dal primo minuto. Resta comunque in piedi l’ipotesi Vecino, in uscita dall’Inter con contratto in scadenza a giugno.

Infine, c'è da sbrogliare la matassa dei rinnovi. Se infatti con Marusic l’accordo sembra essere già stato trovato, più complessa è la strada che porta alla conferma di Luiz Felipe, il cui ottimo rendimento in termini di qualità e continuità non è passato inosservato ad alcuni club di prima fascia. La Lazio vanta ancora una sorta di prelazione nella trattativa per trattenere nella capitale il brasiliano, ma occorre a questo punto fare in fretta per evitare intromissioni, potenzialmente provenienti anche dall’estero. Sul fronte portieri, poi, la società rischia di rimanere a fine stagione a quota zero: con Strakosha sembra complicato trovare un punto di contatto per allungare la sua permanenza a Roma, mentre Reina ha un’opzione per un ulteriore anno subordinata però all'ingresso in Europa. Discorso a parte meritano Leiva e Patric: il primo, prossimo alle trentacinque primavere, è stato ormai superato da Cataldi nelle preferenze per il ruolo di regista, mentre per il secondo - comunque apprezzato per la sua duttilità - non sembra siano stati fatti passi avanti sulla trattativa per il rinnovo. Scenario che farebbe, pertanto, ipotizzare un duplice divorzio al termine del campionato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Lazio: la fretta di Sarri, l'indice di liquidità ed il nodo rinnovi

Today è in caricamento