rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Calcio

La Roma corre ai ripari: se parte Zaniolo, fari puntati su Ziyech e Deulofeu

I giorni a disposizione per cedere l'attaccante sono pochi, ma l'eventuale fumata bianca comporterebbe trovare un'alternativa: piacciono l'esterno marocchino del Chelsea e l'attaccante dell'Udinese

Ultima manciata di giorni alla fine del mercato ed i riferimenti alle fiamme impazzano: settimana infuocata, ultimi fuochi, trattative incandescenti e chi più ne ha più ne metta. Per restare in tema, uno degli argomenti centrali delle trattative è rappresentato dalla necessità di non rimanere col...cerino in mano al momento di superare la “dead-line”. Emblematico il caso della Roma con Zaniolo: la rottura si è consumata con l’assenza del giocatore nella trasferta sul campo dello Spezia, il contratto è in scadenza tra una stagione e mezzo e per evitare una seconda parte di campionato da “separati in casa" c’è da trovare, nel breve volgere di alcuni giorni, una sistemazione all’attaccante. Il tutto senza cedere alla tentazione di agevolarne la partenza con un prezzo di saldo, ma al contempo rinunciando a tenere troppo alta l’asticella scoraggiando i potenziali acquirenti: perché rimandare la cessione a giugno significherebbe probabilmente incassare ancora meno.

Le richieste della Roma e le offerte

La dirigenza biancorossa non ha sicuramente peccato in coerenza: niente contropartite tecniche, per Zaniolo servono i contanti. E’ stato così già nel corso dell’estate quando si erano registrate parecchie manifestazioni di interesse per il giocatore, e la situazione pare non sia cambiata ora. Chiaramente, la somma è diversa: i sessanta milioni pretesi a luglio sono diventati ora una quarantina, ma a costituire un ostacolo è anche la formula d’acquisto. Perché non sono molte le società disposte ad improntarne almeno 35 in maniera istantanea, cosa che farebbe scattare il semaforo verde alla cessione. Forse il Tottenham, il quale però sembra abbia virato sull’attaccante olandese, Arnaut Danjuma, 17 presenze e sei reti al Villareal. C’è poi il Newcastle, la cui proposta di subordinare la gran parte della somma al numero di presenze di Zaniolo da qui al termine della stagione non ha incontrato alcun gradimento. Quindi il Milan, che alla fine risulta essere lo spasimante più attendibile, con tutte le difficoltà del caso presentate dalla trattativa (tra cui, il riscatto vincolato alla qualificazione dei rossoneri alla Champions).

Il "Piano B" della dirigenza e la possibilità di ricucire

Pochi i giorni per trovare la quadra con un acquirente, come sono pochi quelli a disposizione per trovare un sostituto, che Mourinho ha esplicitamente detto di attendersi (“Se Zaniolo va via, qualcuno dovrà arrivare”). Il profilo maggiormente gradito è quello di Hakim Ziyech, ventinovenne talento del Chelsea che non sembra rientrare nei piani dei Blues ma è reduce da un Mondiale eccellente disputato con la maglia del Marocco. Un “upgrade” non da poco, anche per quello che riguarda il monte ingaggi, visto che si parla di un giocatore che è legato al club londinese fino al 2025 a circa sei milioni annui. Più economica la pista che porta a Deulofeu, attaccante dell’Udinese, su cui però sono puntati gli occhi di Aston Villa e West Ham, con offerte interessanti per lo spagnolo ma non adeguate per il club friulano, che peraltro spinge per trattenerlo fino a giugno e solo allora valutare una sua cessione. C’è poi la pista…Zaniolo, ovvero la permanenza a Trigoria del giocatore fino a giugno. Ipotesi ancora più complessa? Sì, ma un suo rientro nei ranghi e una seconda parte di campionato all’altezza del suo talento gioverebbe alla Roma, non priverebbe Mourinho di un’altra pedina importante nel suo scacchiere rivalutando, al contempo, le sue azioni in chiave cessione a giugno. Complessa, ma a ben vedere conveniente. Un po’ per tutti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Roma corre ai ripari: se parte Zaniolo, fari puntati su Ziyech e Deulofeu

Today è in caricamento