rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Calciomercato Serie A 2022: il bilancio, promossi e bocciati

La Juventus la squadra che stravolto le gerarchie alla fine della sessione di gennaio: dopo Vlahovic anche Zakaria e Gatti (per la prossima stagione), via Bentancour, Kulusevski e Ramsey. La Fiorentina ha perso il suo bomber e scommette su Cabral. Per l'Inter solo ritocchi: Gosens e Caicedo. Milan e Lazio le delusioni

Si è chiusa la sessione di mercato di gennaio. Chi ne esce promosso? E chi bocciato? Proviamo a tracciare un bilancio della serie A ridisegnata da un mese di intense trattative e tante operazioni.

Su tutti la Juventus, senza dubbio: Allegri torna a giocare con una squadra che ha cambiato pelle inserendo due giocatori top come Vlahovic (67 milioni più bonus alla Fiorentina) e Zakaria (al Borussia Monchengladbach 3,5 milioni più 4 di bonus) e, ancor più importante, liberandosi di tre elementi ingombranti e poco funzionali come Bentancour, Kulusevski e Ramsey. Il tecnico livornese adesso ripartirà dal 4-2-3-1 con Zakaria e Locatelli mediani, Cuadrado alzato sulla trequarti e Dybala alle spalle dell'ex bomber Viola. Forse non c'è più tempo per lo scudetto, ma per blindare un posto Champions, quello sì.

L'Inter ha risposto con due ritocchi intelligenti e funzionali: Gosens a sinistra e Caicedo in attacco (in attesa del recupero di Correa). Giocatori che non intaccheranno gli equilibri di uno spogliatoio che ha tante certezze e che si appresta a lanciarsi verso la volata per il secondo scudetto consecutivo. La cessione alla Samp di Sensi una mossa intelligente per dare al giovane centrocampista alcuni mesi di rodaggio prima di tornare in nerazzurro di nuovo al top della forma.

A Firenze escono con le ossa rotte dal punto di vista tecnico (Italiano non è felicissimo, stando ai rumors degli ultimi giorni), con Cabral erede di Vlahovic, ma il presidente Commisso ha fatto cassa e può pianificare con Pradè e Burdisso un mercato estivo da big. E se Ikonè dovesse inserirsi subito...

Insufficiente il Milan: solo Lazetic, un 2004. Poco per tamponare la costante emergenza infortuni ed evitare di gettare sulle spalle di Ibra e Giroud, ormai perennemente acciaccati, il peso della stagione. Pioli avrebbe meritato una ciliegina per continuare a lottare per lo scudetto. La sensazione è che il club abbia un po' gettato la spugna.

Il Napoli cambia solo una pedina in difesa (Tuanzebe per Manolas) e si conferma poco avvezza a stravolgere i piani a gennaio. Tutto ruoterà attorno a Insigne, che ha già firmato con il Toronto per la prossima stagione. Se il capitano non mollerà, i partenopei non avranno problemi a lottare fino alla fine per lo scudetto.

Le romane? Roma con una buona sufficienza, Lazio bocciata. I giallorossi con Oliveira hanno messo un giocatore di prima fascia a centrocampo. Forse Mou sperava in un ritocco finale, ma alcune mancate cessioni hanno bloccato le operazioni. I biancocelesti hanno scommesso su un giovanissimo vice Immobile, il Cabral meno famoso dello Sporting Lisbona, e sicuramente Sarri non esce soddisfatto da questa sessione. Per lottare per la Champions serviva ben altro. 

L'Atalanta ha tenuto botta: a parte l'addio a Gosens, ha tenuto Muriel e Miranchuk e investito forte su Boga. Gasperini ha ricambi in tutti i reparti e, a parte il momento delicato di Ilicic, può continuare a stupire. Se l'ex esterno del Sassuolo dovesse integrarsi subito, l'attacco bergamasco potrebbe diventare ancora più esplosivo. L'obiettivo è continuare a viaggiare tra le prime quattro e qualificarsi ancora per la Champions. Gasp ha tutto per farcela e dare fastidio alle prime fino alle fine.

Il tabellone

Atalanta

Acquisti: Boga (Sassuolo), Mihaila (Parma)

Cessioni: Gosens (Inter), Lovato (Cagliari), Piccoli (Genoa), Mattiello (Alessandria)

Bologna

Acquisti: Aebischer (Young Boys), Kasius (c, Volendam), Rojas (Crotone), Mercier (Lille)

Cessioni: Skov Olsen (c, Bruges), Cangiano (a, Crotone)

Cagliari

Acquisti: Goldaniga (Sassuolo), Lovato (Atalanta), Gagliano (Avellino), Baselli (Torino)

Cessioni: Godin (Atletico Mineiro), Faragò (Lecce), Oliva (rescissione), Caceres (Levante)

Empoli

Acquisti: Benassi (Fiorentina), Kaczmarski (Rakow Czestochowa), Verre (Sampdoria), Liberato (St Truiden)

Cessioni: Mancuso (Monza), Ricci (Torino)

Fiorentina

Acquisti: Cabral (Basilea), Ikonè (Lille), Piatek (Herta Berlino), Seck (Pisa), 

Cessioni: Benassi (Empoli), Vlahovic (Juventus)

Genoa

Acquisti: Piccoli (Atalanta), Amiri (Bayer Leverkusen), Hefti (Young Boys), Ostigaard (Brighton), Yeboah (Sturm Graz), Calafiori (Roma), Frendrup (Brondby), Gudmundsson (AZ Alkmaar), Czyborra (Arminia Bielefeld)

Cessioni: Fares (Torino), Biraschi (Karamguruk), Cassata (Parma), Sabelli (Brescia), Serpe (Crotone), Behrami (rescissione), Caicedo (Inter), Pandev (Parma), Radovanovic (svinc.)

Inter

Acquisti: Onana (da luglio), Caicedo (Genoa), Gosens (Atalanta)

Cessioni: Colidio (Atletico Tigre), Satriano (Brest), Sensi (Sampdoria)

Juventus

Acquisti: Vlahovic (Fiorentina), Zakaria (Borussia M'gladbach), Gatti (Frosinone, da luglio)

Cessioni: Kulusevski (Tottenham), Bentancur (Tottenham), Ramsey (Rangers)

Lazio

Acquisti: Cabral (Sporting Lisbona), Kamenovic (Cukaricki)

Cessioni: Escalante (Alaves), Lukaku (Vicenza), Vavro (Copenaghen), Muriqi (Mallorca), Jony (Sporting Gijon)

Milan

Acquisti: Lazetic (Stella Rossa)

Cessioni: Conti (Sampdoria), Pellegri (Torino), Plizzari (Lecce)

Napoli

Acquisti: Tuanzebe (Manchester United)

Cessioni: Manolas (Olimpiacos), Insigne (Toronto, da luglio), Costa (Parma)

Roma

Acquisti: Maitland-Niles (Arsenal), S. Oliveira (Porto)

Cessioni: Villar (Getafe), Borja Mayoral (Getafe), Calafiori (Genoa), Reynolds (Kortrijk), Olsen (Aston Villa), Fazio (rescissione)

Salernitana

Acquisti: Mazzocchi (Venezia), Sepe (Parma), Verdi (Torino), Fazio (Roma), Ederson (Corinthians), Radovanovic (svinc.), Mikael Filipe Viana (Recife), Dragusin (Juventus), Mousset (Sheffield United), Bohinen (CSKA Mosca)

Cessioni: Simy (Parma)

Sampdoria

Acquisti: Rincon (Torino), Conti (Milan), Magnani (Verona), Sensi (Inter), Sabiri (Ascoli), Supryaha (Dinamo Kiev)

Cessioni: A. Silva (rescissione), Depaoli (Hellas Verona), Torregrossa (Pisa), Ihattaren (c, Utrecht), Chabot (Colonia), Ciervo (Sassuolo), Dragusin (Juventus), Verre (Empoli)

Sassuolo

Acquisti: Tressoldi (Gremio), Ceide (Rosenborg), Ciervo (Sassuolo), Moro (Padova, da luglio), Oddei (Crotone)

Cessioni: Boga (Atalanta), Goldaniga (Cagliari)

Spezia

Acquisti: 

Cessioni:

Torino

Acquisti: Fares (Genoa), Pellegri (Milan), Ricci (Empoli), Demba Seck (Spal)

Cessioni: Rincon (Sampdoria), Baselli (Cagliari), Verdi (Salernitana)

Udinese

Acquisti: Benkovic (Leicester), Pablo Marì (Arsenal), Abankwah (St. Patrick's Athletic)

Cessioni: Samir (Watford), De Maio (d, Vicenza)

Venezia

Acquisti: Cuisance (Bayern Monaco), Nani (svincolato), Ullmann (Rapid Vienna), Nsamé (Young Boys)

Cessioni: Forte (Benevento), Schnegg (Crotone), Mazzocchi (Salernitana), Heymans (c, Charleroi)

Hellas Verona 

Acquisti: Depaoli (Sampdoria), Retsos (Bayer Leverkusen), Praszelik (c, Slask Wroclaw)

Cessioni: Magnani (Sampdoria)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Serie A 2022: il bilancio, promossi e bocciati

Today è in caricamento