rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio

Calciomercato, la situazione dei "parametri zero" più appetiti

Da oggi, i club possono far firmare preaccordi ai giocatori in scadenza di contratto a giugno: in serie A tanti i nomi eccellenti, come Dybala, Brozovic, Kessié, Perisic, Insigne, Bernardeschi e Belotti

Il conto alla rovescia del 31 dicembre assume, nel calcio, una valenza particolare. Non è solo per salutare definitivamente il vecchio anno e spalancare le porte al nuovo. Il 1° gennaio, infatti, è storicamente una data molto attesa, un punto di svolta nella finestra di mercato invernale, in quanto permette ai club di mettere “nero su bianco” le trattative portate avanti con alcuni calciatori in scadenza di contratto alla fine della stagione attuale. In base alle normative vigenti, un atleta vincolato da un accordo destinato a concludersi a fine campionato può infatti firmare un pre-accordo con un società che lo ingaggerà a parametro zero – senza quindi corrispondere alcun tipo di pagamento all’attuale sodalizio di appartenenza - a partire dalla stagione successiva. Tale accordo sarà poi “depositabile” dal 1° febbraio in poi. Normale, quindi, che i primi giorni del 2022 vedranno le dirigenze premere sul pedale del gas non solo per formalizzare le proposte già inoltrate nelle settimane precedenti, ma anche cercare un accordo sul filo di lana con i giocatori in procinto di fare le valigie ad inizio estate.

In Italia, la possibile partenza di Lorenzo Insigne alla volta della Major League ha senza dubbio negli ultimi giorni catalizzato l’attenzione degli appassionati sulle trattative relative ai “parametri zero”. Ma a destare interesse sono anche alcuni pezzi pregiati della rosa juventina: non dovrebbero esserci grossi sconvolgimenti nel futuro di Paulo Dybala, che resterà a Torino prolungando il suo accordo col club bianconero (firma prevista per febbraio). Meno scontata la posizione di Federico Bernardeschi (sul piatto un quadriennale ma sembrerebbe a condizioni economiche meno vantaggiose per il giocatore) e di Juan Cuadrado, su cui si registra l’interessamento di un paio di club dell’Arabia Saudita (Al Nassr e Al Hilal). Anche l’Inter alle prese con trattative che riguardano due pilastri della formazione di mister Inzaghi: per Brozovic resta un moderato ottimismo, sebbene la dirigenza non sembri intenzionata ad arrivare ai 7 milioni di euro richiesti dal centrocampista fermandosi poco sotto (ma inserendo bonus per raggiungerla). Per Perisic invece la strada appare più in salita (resta elevata la distanza tra le parti), e l’eventuale fumata nera alzerebbe le quotazioni di uno sbarco del trentaduenne croato in Premier League.

Tra le “big” di serie A al lavoro sul tavolo dei rinnovi c’è anche il Milan: per il capitano Romagnoli già presentata la proposta, mentre Kessié sembra orientato a salutare Milano (Tottenham o Paris Saint Germain le possibili destinazioni). Tutto fatto in casa Lazio per il prolungamento di Marusic che vestirà il biancoceleste fino al 2025, destinato invece a lasciare la capitale a fine stagione Strakosha, mentre per Luiz Felipe continua la trattativa ad oltranza per raggiungere un accordo, sebbene negli ultimi giorni per il centrale brasiliano si sia mosso il Barcellona. Situazione di stallo, infine per Belotti (accostato a diverse società italiane ma anche alla MLS), Djuricic (in scadenza al Sassuolo e monitorato dall’Inter) e Mkhitaryan, a cui la Roma sembra – al momento – non aver lasciato spazio nell’agenda su cui sono stati stati già schedulati i rinnovi di alcuni pezzi pregiati della rosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato, la situazione dei "parametri zero" più appetiti

Today è in caricamento