rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Il lutto

È morto Carlo Mazzone

Si è spento a 86 anni l'ex allenatore di Roma, Brescia e Ascoli: se ne va con lui una stagione romantica e forse irripetibile del calcio italiano

Il calcio piange la morte di Carlo Mazzone, ex allenatore da qualche anno fuori dalla scena della serie A: la sua ultima panchina a Livorno, nel 2006, in serie A al posto di Roberto Donadoni. Mazzone aveva 86 anni. Conosciuto come "Sor Carletto" o "Sor Magara", era il detentore di record di panchine in Serie A: 792 ufficiali, 797 considerando i cinque spareggi. Ha allenato ininterrottamente per circa 38 anni e ha stabilito il record di panchine nella storia del calcio italiano, con 1.278 panchine ufficiali. Una carriera in panchina iniziata ad Ascoli, città in cui ha scelto poi di vivere per tutta la vita, diventando un simbolo del calcio ascolano: dal 1968 al 1975 ha portato il Picchio dalla C alla A.

Nel 2019 gli è stata intitolata per questo la nuova tribuna Est dello Stadio Cino e Lillo Del Duca di Ascoli Piceno, e nello stesso anno è stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano. Amatissimo a Roma, squadra che ha allenato dal 1993 al 1996. I tre anni con i giallorossi furono caratterizzati da un settimo posto e due quinti posti. Durante la sua permanenza in giallorosso, lanciò in prima squadra Francesco Totti a soli 16 anni. Aveva il fiuto per il talento, tanto che a Brescia riuscì a mettere insieme la classe cristallina di Roby Baggio e quella di un certo Pep Guardiola.

E tra i messaggi di cordoglio, spicca proprio quello di Roberto Baggio, a cui Mazzone aveva saputo regalare una sorta di seconda giovinezza a Brescia: "È stato fantastico averti come mister. È stato meraviglioso saperti leale e sincero. È stato troppo poco il tempo passato insieme. Sono certo che l'amore delle tante persone che ti hanno voluto bene ti accompagnerà per sempre.
Perla rara in un mondo che avrebbe bisogno del tuo esempio sempre coerente e sinceramente autentico. È stato bellissimo incontrarti carissimo mister, auguro al tuo viaggio eterno il meritato riposo nella luce più bella".

Più sintetico, ma comunque affettuoso, il messaggio di Francesco Totti: "Sei e sarai sempre nel mio cuore. Grazie per tutto quello che hai fatto per me". 

Continua a leggere su Today.it 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto Carlo Mazzone

Today è in caricamento