rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Calcio

Quarti Champions League: Spagna padrona con il "VillaReal Madrid"

I "blancos" padroni a Londra con la tripletta di Benzema che stende il Chelsea, mentre il "Sottomarino Giallo" affonda la corazzata Bayern Monaco, colpita a freddo dal guizzo di Danjuma

Dopo il martedì all’insegna del calcio british, la seconda giornata dei quarti di finale di Champions League parla con accento spiccatamente spagnolo. Il Villareal costringe il Bayern Monaco ad incassare la prima sconfitta in questa edizione della Champions, mentre il Real Madrid con una gara ai limiti della perfezione vince a Londra con i blues.

Chelsea – Real Madrid 1-3 (21’ e 24’ Benzema, 40’ Havertz, 46’ Benzema)

Il ciclone Benzema si abbatte a Stanford Bridge. Alla presenza di Todd Boehly, imprenditore americano azionista nella NFL dei Los Angeles Dodgers e nella NBA dei Los Angeles Lakers e tra i papabili per rilevare il club londinese, il Chelsea incappa nella prima sconfitta della sua storia contro il Real Madrid, dopo aver eliminato i blancos nella semifinale della scorsa edizione della Champions. L’inizio della sfida è di marca madrilena: dopo la traversa colpita da Vinicius al 10', a salire in cattedra è “Karim The Dream”. Devastante nel primo tempo l’uno-due del centravanti transalpino, che prima al 21’ su invito di Vinicius, poi al 24’ su centro di Modric, indovina due precisi colpi di testa che non lasciano scampo a Mendy e fanno decollare la squadra spagnola. Il Chelsea si scuote dal torpore e reagisce al 40’ accorciando le distanze, col terzo colpo di testa vincente della serata trovato dal tedesco su imbeccata di Jorginho. Alla ripresa del gioco dopo l’intervallo, arriva la doccia fredda: ancora Benzema, al 46’, a punire un passaggio troppo corto di Mendy che si converte in assist per il 9 dei Galacticos, il quale deve solo spingere il pallone dentro la porta sguarnita. Con il doppio vantaggio nuovamente acquisito, il Real si mette in modalità controllo. Courtois è chiamato alla prodezza solo al 50’ per deviare la sventola di Azpilicueta destinata sotto l’incrocio, per il resto i tentativi di Lukaku e Mount a metà frazione sono fuori bersaglio e le conclusioni di Havertz e James nell’ultimo quarto d’ora sono derubricate ad ordinaria amministrazione. Dominio Real con merito, e cospicua fetta di qualificazione già impattata nella tavola imbandita per il ritorno al Bernabeu.

Villareal – Bayern Monaco 1-0 (8’ Danjuma)

Il “Sottomarino Giallo” dimostra di meritare a pieno titolo il ruolo di mina vagante tra le favorite della Champions 2022. Dopo aver eliminato la Juventus, il Villareal doma il Bayern nell’andata disputata all’Estadio de la Cerámica, accusando nei minuti iniziali la partenza frizzante dei bavaresi, ma poi colpendo a freddo sbloccando il punteggio. Al minuto 8, infatti, un'azione sviluppatasi sulla destra porta alla conclusione Parejo, con la determinante correzione alla traiettoria apportata da Danjuma che beffa Neuer. L’undici di Nagelsmann non dà segni di reazione, senza mai rendersi oggettivamente pericoloso dalle parti di Rulli, ed al 41’ tira un sospiro di sollievo davanti agli schermi del Var che vanificano il raddoppio di Coquelin, annullato per posizione di off-side.
Il Bayern prende coraggio e inizia la ripresa con più verve (al 50’ Muller arriva con un attimo di ritardo al momento di correggere in porta il tiro di Gnabry), ma sono gli iberici a rendersi ancora pericolosissimi con Moreno, che al 53’ centra in pieno il montante, al 57’ viene fermato da un provvidenziale Davies ed al 62’ prova da metà campo la prodezza sfruttando una leggerezza di Neuer in costruzione sulla linea mediana, non inquadrando di un soffio la porta. Gli ospiti attingono dal serbatoio delle energie per raddrizzare il match senza riuscirci – non vanno a buon fine i tentativi di Davies, Coman e Sané - ma il Villareal non rinuncia ad attaccare ed anzi sfiora clamorosamente il raddoppio in contropiede, dilapidato al minuto 87 da Pedraza dopo l’assist di Lo Celso innescato con un lancio chilometrico da Capoue. Finisce 1-0 per un’impresa confortata anche dalle statistiche, visto che per la prima volta in stagione, tra Bundesliga e Champions League, il Bayern esce dal campo con zero gol nel pallottoliere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarti Champions League: Spagna padrona con il "VillaReal Madrid"

Today è in caricamento