rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Champions League

Chelsea-Juventus, perché i bianconeri possono espugnare Stamford Bridge

La formazione di Allegri si gioca il primato nel girone H di Champions League

Un successo, il secondo consecutivo in campionato, che permette ai bianconeri di rimettersi in carreggiata dopo una prima parte di stagione disastrosa. La Juventus, dopo aver superato per 1-0 la Fiorentina, ha colto un'altra importantissima vittoria sul campo della Lazio, imponendosi per 0-2 grazie alla doppietta dal dischetto di Bonucci. Tre punti che consentono alla formazione di Massimiliano Allegri di agganciare proprio i biancocelesti al sesto posto della classifica, rimanendo in scia della zona Champions. Ancora distante invece la vetta, che, malgrado le sconfitte di Napoli e Milan, rimane lontana 11 lunghezze.

Ma Morata è davvero da Juventus?

Per la Juventus, adesso, la sfida in Champions League a Stamford Bridge contro il Chelsea, fondamentale per il primato nel girone H. I bianconeri, che nella gara di andata si sono imposti per 1-0 all'Allianz Stadium, precedono al momento di tre punti i Blues, che, di fronte al proprio pubblico, cercheranno di conquistare l'intera posta in palio per ribaltare la situazione. Ma la squadra di Allegri, in terra inglese, parte tutt'altro che sconfitta.

Chelsea-Juventus, tre motivi per cui i bianconeri possono fare il blitz

La ritrovata solidità difensiva

La Juventus, dopo una prima parte di stagione caratterizzata da un'eccessiva fragilità, ha ritrovato la sua storica compattezza difensiva, chiudendo le ultime due gare a porta inviolata. I bianconeri hanno infatti scelto un atteggiamento più conservativo, tornando ad un calcio che concede poco allo spettacolo puntando tutto sul risultato.

Gli strappi di Chiesa

L'atteggiamento tattico improntato ad un gioco di ripartenza esalta le caratteristiche di Federico Chiesa, che proprio negli spazi riesce a dare il meglio di se divenendo a tratti incontenibile. E proprio il Chelsea ne sa qualcosa, visto che è stato proprio l'azzurro a decidere la partita dello scorso 29 settembre all'Allianz Stadium.

La rapidità di Cuadrado

È una delle armi principali di Massimiliano Allegri, che di lui non può mai fare a meno. Juan Cuadrado, sotto la guida del tecnico livornese, è tornato ad essere protagonista e a Stamford Bridge, dove non ha trovato fortuna nel 2015, si presenterà con il dente avvelenato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chelsea-Juventus, perché i bianconeri possono espugnare Stamford Bridge

Today è in caricamento