rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Brutta storia / Salerno

Chi salverà la Salernitana?

Soltanto una nuova proprietà potrà evitare l'esclusione dal campionato dei campani

Salernitana, i nodi sono ormai al pettine: prima del 31 dicembre la situazione sarà chiarita, in un senso o nell'altro. Soltanto una nuova proprietà potrà evitare l'esclusione dal campionato dei campani. Restano cinque giorni a disposizione per trovare una soluzione e dare una svolta a una vicenda societaria che si trascina da mesi e che rischia di penalizzare solo la città e la sua tifoseria, già provate da mesi di incertezze.

Le cose si stanno muovendo. Qualcosa in pentola sembra bollire, ma rimane il massimo riserbo su un'operazione piuttosto complessa. I trustee attendono le proposte dei potenziali acquirenti che, nel frattempo, sono in attesa dell'approvazione del bilancio della Salernitana alla data dello scorso 30 giugno. L'Assemblea dei soci (Melior e Widar Trust) è stata convocata per oggi, gli azionisti sono chiamati a certificare la situazione patrimoniale del club acquisendo il rilievo del collegio dei revisori sull'incertezza legata alla continuità aziendale che verrebbe meno in caso di revoca dell'affiliazione. Il progetto di bilancio, firmato dall'amministratore Marchetti, aveva evi denziato una perdita di 1,6 milioni di euro, in parte legata anche ai mancati introiti al botteghino per la chiusura degli stadi nello scorso campionato a causa della pandemia.

C'è sempre tuttavia - secondo la Gazzetta dello Sport - l'incertezza sul valore delle partecipazioni della Salernitana, di sicuro di molto inferiore rispetto a quello indicato nei mesi scorsi. A maggio Lotito e Mezzaroma fissarono un prezzo di circa ottanta milioni di euro per cedere la società e far venire meno il nodo della multiproprietà che, negli anni, non ha precluso alla Salernitana di partecipare alle competizioni in virtù di una deroga federale. Il valore si è prima dimezzato, poi è progressivamente diminuito in virtù anche dei negativi risultati in campionato della squadra. I potenziali acquirenti stanno definendo le rispettive strategie con l'obiettivo di arrivare alla firma di un atto preliminare di compravendita che farebbe scattare i quarantacinque giorni di proroga della federazione evitando così alla Salernitana di chiudere in anticipo la stagione.

Oggi l'avvocato Simone Ferrara, che coordina l'attività del gruppo che Domenico Cerruti sta provando a costruire, incontrerà nello studio del notaio Paolo Martino di Roma alcuni imprenditori interessati a investire nel calcio. L'obiettivo è concretizzare la proposta che sarà inviata ai trustee tra domani e mercoledì. Sarà un lunedì di intenso lavoro anche per la Console&Partners che, per conto del fondo lussemburghese Toro Capital e di Francesco Di Silvio, dovrebbe definire l'offerta da presentare entro domani. Nel frattempo, conclude la Gazzetta, ad acquisire informazioni e valutare la fattibilità dell'operazione ci sarebbe anche il gruppo svizzero Implenia.

Salernitana, nessuna proroga: cessione entro il 31, altrimenti esclusione dalla Serie A

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi salverà la Salernitana?

Today è in caricamento