rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Il commento

Juventus, sfuma anche la Coppa Italia: è il fallimento dell'Allegri-bis

Bianconeri superati dall'Inter nei tempi supplementari: per la Vecchia Signora la stagione terminerà con zero titoli

Un'altra notte amara, l'ennesima della stagione. La Juventus cede ai tempi supplementari all'Inter nella finale di Coppa Italia (4-2 il risultato finale) e chiude l'annata senza titoli in bacheca. Un disastro, considerate quelle che erano le aspettative iniziali. Sì, perché basta tornare indietro con la memoria allo scorso agosto per comprendere quanto sia stata deludente la stagione dei bianconeri: allora, alla vigilia della stagione, la Vecchia Signora aveva l'ambizione di vincere lo scudetto, arrivando allo stesso tempo il più lontano possibile in Champions League. Ed invece, gli uomini di Allegri, in corsa per il tricolore non ci sono mai stati, mentre in Europa è arrivata una precoce eliminazione agli ottavi contro il Villarreal. Il tutto, poi, contornato da due finali perse, sempre contro l'Inter: già, perché prima di quello di stasera in Coppa Italia, c'era stato il ko dello scorso gennaio in Supercoppa Italiana. Anche in quell'occasione i nerazzurri, dopo l'1-1 dei tempi regolamentari, ebbero la meglio ai supplementari.

Allegri, il flop di un calcio senza idee

Un bottino desolatamente vuoto, quindi, che dovrebbe quanto meno mettere in discussione l'operato di Massimiliano Allegri. Perché se è vero che la qualità di gioco fatta vedere dal tecnico livornese sulla panchina bianconera non era stata eccelsa neanche nelle annate precedenti, almeno, prima, arrivavano quei risultati che oggi, al contrario, non arrivano più. Un allenatore, Max, che sembra rimasto ancora ad un calcio che non c'è più, dove il risultato è l'unica cosa che conta. Ma il risultato, oggi, difficilmente lo raggiungi se non mostri un'idea di gioco, se non mostri almeno un pizzico di coraggio. L'esempio lampante è il Milan, squadra dall'organico nettamente inferiore a quello bianconero, ma che, grazie ad un'impronta moderna, si contenderà fino all'ultima giornata lo scudetto con l'Inter. Allegri, anche nella finale di Coppa Italia, ha invece mostrato ancora una volta il suo volto conservatore, che lo ha spinto ad inserire un difensore in più sulla situazione di vantaggio. Scelta che, come già accaduto spesso in passato, non ha pagato.

Eppure Allegri, probabilmente, sarà confermato ancora alla guida della Juventus, malgrado i suoi predecessori, quei tanto bistrattati Sarri e Pirlo, siano stati silurati per molto meno e con almeno un titolo in tasca. Una scelta di cui il club, in caso di nuovo fallimento, dovrà assumersi piena responsabilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, sfuma anche la Coppa Italia: è il fallimento dell'Allegri-bis

Today è in caricamento