Martedì, 23 Luglio 2024
Calcio

Cremonese, Alvini rischia l'esonero: due i possibili sostituiti

La sconfitta contro il Verona potrebbe decretare l'esonero di Alvini, la Cremonese ha due nomi per la sostituzione.

La Cremonese sta valutando con attenzione il futuro di Alvini. L'allenatore è a rischio esonero dopo la sconfitta con il Verona di ieri in quella che è stata "la peggiore prestazione della stagione" usando le parole dello stesso tecnico. Un ko che potrebbe costare carissimo all'allenatore esordiente in Serie A con la squadra che ora è ultima in classifica con soli 7 punti e nessuna vittoria quando sono passate 17 giornate. La savezza è lontanissima, lo Spezia viaggia a otto punti distanza e le altre sono ancora più distanti.

Cremonese, Alvini esonerato: Ballardini o D'Aversa al suo posto?

Il ko di Verona nell'ultima spiaggia è stato il terzo di fila e questo potrebbe aver convinto la Cremonese al cambio in panchina con valutazione di due profili per cercare di centrare l'obiettivo permanenza nel massimo campionato. Il primo è quello di Davide Ballardini che con il Genoa ha più volte portato la nave in acque sicure affrontando mari decisamente tempestosi. Ha carisma e sa come muoversi per salvarsi, ma non è l'unico candidato per l'eventuale sostitutizione di Alvini. 

Il secondo nome che viene svelato dall'esperto di mercato Gianluca Di Marzio è quello di Roberto D'Aversa attualmente sotto contratto con la Sampdoria dopo aver concluso la scorsa stagione con l'esonero. Con i blucerchiati non è stato fortunato, anche se va detto che il suo ruolino di marcia è stato più o meno lo stesso del successore Giampaolo, meglio è invece stata la sua esperienza a Parma soprattutto nel primo anno in cui la salvezza è arrivata con ampio anticipo ed è stato lanciato il gioiello Dejan Kulusevski. Altri nomi accostati alla panchina della Cremonese sono quelli di Beppe Iachini e Leonardo Semplici che però sembrerebbero più indietro nella corsa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cremonese, Alvini rischia l'esonero: due i possibili sostituiti
Today è in caricamento