rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Calcio

Napoli tra campionato e Champions League, scocca l'ora del turnover

Venerdì il Sassuolo, martedì l'Eintracht Francoforte e sabato l'Empoli, scatta la missione campionato-Champions League per il Napoli.

Lo Scudetto è a portata di mano, quindici punti in sedici partite sono un margine decisamente ampio da gestire, ma il Napoli nei prossimi giorni dovrà affrontare la sfida più difficile: quella incrociata tra campionato e Champions League. Tre partite alla settimana, i tifosi si augurano per molto tempo, in cui Spalletti dovrà gestire le energie e pescare a piene mani da una rosa che rispetto a quella dell'anno passato sembra essere molto migliore anche nelle presunte seconde linee. 

Tabellone Champions League 2022/2023: calendario, date e orari di tutte le partite

Napoli tra Sassuolo e Eintracht Francoforte, scatta il turnover per la Champions League

Niente va tralasciato in una stagione che potrebbe essere storica per gli azzurri. Il terzo Scudetto è vicino ma nessun calcolo verrà fatto almeno per il momento, per questo contro il Sassuolo il tecnico dovrebbe cambiare solo alcune pedine ma lasciare l'ossatura intatta, sfruttando magari le cinque sostituzioni per dare fiato ai titolarissimi che saranno tutti in campo sicuramente con l'Eintracht Francoforte nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. 

Al momento l'unico indisponibile è Raspadori che è alle prese con un problema muscolare, possibile che l'attaccante salti tutte e tre le prossime partite da giocare in una sola settimana. Al Mapei Stadium potrebbero rimanere fuori Lozano, Zielinksi, Rrahmani e Mario Rui, quattro titolari non di più, per lasciare spazio a Politano, Elmas, Juan Jesus e Olivera. A gara in corso possibile la staffetta Osimhen-Simeone con l'argentino che ha dato ampie garanzie, e un cambio da spandere anche per Kvaratskhelia con Ndombélé pronto a entrare lasciando la fascia offensiva a Elmas. 

Diversa potrebbe essere la situazione a Empoli quando si dovranno fare concretamente i conti con la stanchezza di 180 minuti e più sulle gambe. A quel punto potrebbe arrivare anche il turno dei vari Ostigard, Bereszynski, Ndombélé e magari Demme. La Champions League sta per arrivare, il Napoli ha tutta l'intenzione di mostrare il proprio valore anche in Europa senza però tralasciare la questione Scudetto che deve essere chiusa prima di iniziare a festeggiare. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli tra campionato e Champions League, scocca l'ora del turnover

Today è in caricamento