rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
La storia

Embolo, il giustiziere del Camerun è... camerunense

L'attaccante, che adesso gioca per la Svizzera, è nato nel Paese africano. E proprio un suo gol ha messo ko gli uomini di Song

La vita, a volte, ti riserva degli intrecci che neanche il miglior sceneggiatore saprebbe scrivere. E così accade che, all'esordio ai Mondiali, ti trovi di fronte alla Nazionale del Paese in cui sei nato e hai trascorso l'infanzia, prima di volare altrove, alla ricerca di maggiori fortune. Questo lo strano destino di Breel-Donald Embolo, di professione attaccante, che oggi, all'Al Janoub Stadium, ha affrontato da avversario proprio quel Camerun là dove, il 14 febbraio di 25 anni fa, a Yaoundé, è nato. Sì, perché lui, dopo aver lasciato l'Africa nel 2003 insieme alla madre e al fratello, ha nel frattempo preso la cittadinanza svizzera e proprio per la Svizzera ha deciso di giocare, rendendo omaggio, in qualche modo, al Paese che, ancora bambino, lo ha accolto e cresciuto.

Tabellone Mondiali 2022 Qatar: calendario, data e orario tv (diretta Rai) di tutte le partite

Ed il caso ha voluto che proprio Embolo, attualmente giocatore di proprietà del Monaco dopo le esperienze  con Basilea, Schalke 04 e Borussia Monchengladbach, abbia deciso la sfida, depositando in rete un perfetto assist di Shaqiri al terzo minuto della ripresa. Un gol valso l'1-0 con cui la formazione elvetica ha piegato la resistenza degli africani. Un gol che Embolo, che non ha dimenticato le sue radici, non ha voluto celebrare, in segno di rispetto a quello che, tutto sommato, considera ancora il suo Paese, o, almeno, uno dei suoi due Paesi.

Un'emozione contrastante per lui, con la gioia della prima rete alla fase finale di un Mondiale soffocata dal rammarico, e forse un pizzico di angoscia, di aver affossato quelli che, in fin dei conti, sono suoi connazionali. Già, perché per il Camerun, dopo il ko con la Svizzera, la strada si è messa in ripida salita: per sperare in un passaggio del turno, gli uomini di Son0,g avranno infatti bisogno di conquistare punti contro Brasile e Serbia, non certo due avversari morbidi. E così, a spezzare il sogno Mondiale dei camerunensi, potrebbe essere stato proprio Embolo, il figliol prodigo che ha trovato fortuna in Europa. Ma lui, ancora, spera in un finale diverso. Perché quello, tutto sommato, rimarrà sempre il suo Camerun.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Embolo, il giustiziere del Camerun è... camerunense

Today è in caricamento