Sabato, 13 Luglio 2024
Calcio

Europa League, le avversarie della Roma nel Girone G: Sheriff Tiraspol

Il debutto nell'edizione 2023/2024 sarà con i gialloneri allenati dall'italiano Roberto Bordin, la squadra più titolata della Moldavia ed arrivata alla sua venticinquesima partecipazione consecutiva alle coppe europee

L’operazione “prima vittoria” è slittata a dopo la pausa per le nazionali. Ma oltre al campionato, la seconda metà di settembre coinciderà anche con il primo impegno europeo per la Roma, nel complesso agevolata da un sorteggio che l’ha vista terminare in una Pool G insieme allo Slavia Paraga vincitore dell’ultimo campionato ceco, al Servette vicecampione svizzero ed allo Sheriff Tiraspol, il club più titolato della Moldavia. E proprio contro la squadra domiciliata nella città capoluogo della regione della Transnistria che i giallorossi cominceranno il loro percorso continentale, sfidando in trasferta le “Vespe” arrivate alle venticinquesima partecipazione consecutiva alle competizioni europee.

Quello dello Sheriff nella Divizia Na?ional? (la massima espressione del calcio moldavo) è un autentico dominio cominciato all’inizio del nuovo millennio: solo in due occasioni, nei campionati 2010/2011 e 2014/2015, i gialloneri non sono infatti riusciti a cucirsi sul petto lo scudetto, accumulando contestualmente anche dodici coppe nazionali e sette supercoppe. Decisamente più avaro di soddisfazioni il percorso nelle varie rassegne continentali, dove la formazione di Tiraspol è riuscita comunque a togliersi una piccola grande soddisfazione. Nella Champions League 2021/2022 non solo arrivò per la prima volta la qualificazione alla fase a gironi – estromettendo dalla competizione nei preliminari la Stella Rossa Belgrado e la Dinamo Zagabria – ma anche la vittoria nella Pool D contro lo Shakhtar Donetsk e quella clamorosa al Bernabeu contro il Real, insufficienti però a regalare il passaggio agli ottavi di finale.

A guidare lo Sheriff il russo Roman Pilipchuk, che ha avvicendato in panchina l’italiano Roberto Bordin, il quale aveva assunto nuovamente l’incarico di timoniere dei gialloneri dopo l’esperienza sulla panchina della nazionale moldava, ma a cui è stata fatale la seconda sconfitta in questa Europa League contro lo Slavia. La squadra che ha cominciato la stagione 2023/2024 ha una forte connotazione africana, visto che oltre la metà dei giocatori in organico proviene proprio dal continente nero. La difesa ha come pilastro centrale il camerunense Gaby Kiki, con alle spalle una lunga militanza nel campionato bielorusso, mentre il centrocampo poggia sul giovane nigeriano Peter Ademo però attualmente infortunato (in prestito dai lituani del DFK Dainava) e sul marocchino Amine Talal, fascia di capitano al braccio e un passato nella serie B francese in Corsica col Bastia. In avanti, sul versante sinistro la fantasia del brasiliano naturalizzato moldavo Luvannor, impiegato anche come punta centrale in alternativa al nigeriano Ankeye (giunto dal campionato tunisino), con l'esperto Ricardinho a spaziare tra le linee

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europa League, le avversarie della Roma nel Girone G: Sheriff Tiraspol
Today è in caricamento