rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Serie A

Juventus, tentazione tridente contro la Roma: la probabile formazione

Allegri pensa a Di Maria, Vlahovic e Chiesa insieme dal primo minuto, l'alternativa è la conferma del 3-5-2

Quattro vittorie consecutive che, malgrado la zavorra dei 15 punti di penalizzazione per il caso plusvalenze, permettono alla Juventus di sognare ancora un posto per l'Europa. I bianconeri, nell'ultimo turno, hanno superato in rimonta il Torino per 4-2 nel derby della Mole conquistando tre punti preziosissimi, che permettono a Vlahovic e compagni di presentarsi al meglio alla sfida con la Roma, in programma domenica 5 marzo alle 20.45 allo stadio Olimpico. Una gara che, in caso di nuovo successo, potrebbe davvero rilanciare le ambizioni della Vecchia Signora, impegnata, nel frattempo, anche in Europa League, competizione in cui agli ottavi di finale affronterà il Friburgo, e in Coppa Italia, dove in semifinale affronterà l'Inter.

Juventus, ricorso contro il -15: quando si svolgerà il processo e i tre possibili scenari

Le possibili scelte di Allegri per Roma

Il tecnico Massimiliano Allegri si è già messo al lavoro in vista della sfida con i giallorossi, pensando anche a quella che potrebbe essere la possibile formazione titolare. Una certezza sarà il rientro dal primo minuto di Locatelli, assente con il Torino in quanto squalificato: a lasciargli il posto Barrenechea, la mossa a sorpresa dell'allenatore per il derby della Mole. Nessun dubbio neanche in difesa, dove il terzetto sarà ancora quello tutto brasiliano formato da Danilo, Bremer e Alex Sandro, con Bonucci inizialmente in panchina. 

Per il resto, invece, diversi punti interrogativi, a partire da quello relativo al modulo: Allegri, infatti, è tentato dal 3-4-3, sistema di gioco che gli permetterebbe di schierare tutti insieme fin dal primo minuto Di Maria, Vlahovic e Chiesa. Un assetto iper offensivo che il tecnico ha già sperimentato prima contro la Fiorentina in campionato e poi con il Nantes in Europa League, con risposte altalenanti. Una formula che piace molto all'allenatore livornese, che contro la Roma, tuttavia, potrebbe affidarsi inizialmente ad un più compatto 3-5-2: in questo caso il sacrificato sarebbe Chiesa, pronto a subentrare a Di Maria nel corso della ripresa per dar vita ad una vera e propria staffetta. Sugli esterni, invece, ancora spazio per Cuadrado e Kostic.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, tentazione tridente contro la Roma: la probabile formazione

Today è in caricamento