rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
La novità

Perché ai Mondiali Qatar 2022 il fuorigioco sarà infallibile

Al torneo, in programma tra il 21 novembre ed il 18 dicembre, debutterà la nuova tecnologia che renderà "semiautomatici" gli offside: ecco come funziona

Adesso è ufficiale: ai Mondiali 2022, in programma in Qatar dal 21 novembre al 18 dicembre, verrà introdotto il fuorigioco semiautomatico. L'ok definitivo è arrivato da parte della Fifa, con l'innovazione che, nelle intenzioni, dovrebbe ridurre drasticamente il margine di errore della terna arbitrale e contribuire a ridurre sensibilmente i tempi decisionali in merito ad un possibile offside. Una novità testata in due partite del Mondiale per club 2021, disputato ad Abu Dhabi, e poi nell'Arab Cup. In questi mesi, prima del via ufficiale della Coppa del Mondo, continueranno poi le sperimentazioni con l'obiettivo di perfezionare il nuovo sistema.

Mondiali 2022 Qatar Tabellone: calendario, data e orario di tutte le partite

Fuorigioco semiautomatico, cos'è e come funziona

Il fuorigioco semiautomatico prevede l'utilizzo di dodici telecamere installate nello stadio, oltre a quelle delle televisioni, che tracciano 29 punti-dati di ogni singolo giocatore indicando con ancor più accuratezza la sua posizione in campo. Tali dati vengono inoltrati ad un AVAR dedito specificamente al fuorigioco che verifica e comunica la decisione al VAR e all'arbitro di campo. Un ulteriore aiuto arriverà poi dal pallone utilizzato ai Mondiali 2022: un sensore dell'unità di misura inerziale (IMU) verrà infatti posizionato all'interno della sfera inviando i dati alla sala video 500 volte al secondo, permettendo un rilevamento estremamente preciso del punto di gioco.

A spiegare il funzionamento del fuorigioco semiautomatico è intervenuto Sebastian Runge, Head of Football Technology della Fifa: "Tracciamo 50 fotogrammi al secondo, quindi 50 volte al secondo sappiamo dove si trovano i giocatori e riceviamo queste informazioni nel sistema - ha affermato -. Facciamo lo stesso per la palla, quindi sappiamo dove sono la palla e i piedi e di conseguenza possiamo valutare se un giocatore è in gioco o meno". Centrali, in ogni caso, rimarranno le figure di arbitri e guardalinee, come sottolineato da Pierluigi Collina, presidente della Commissione arbitri della Fifa: "L'obiettivo è avere decisioni più accurate e più rapide in caso di fuorigioco - ha dichiarato -. Qualcuno l'ha chiamato fuorigioco robot, ma non è così. Gli arbitri e gli assistenti sono comunque responsabili della decisione sul terreno di gioco. La tecnologia offre loro solo un prezioso supporto, in particolare quando la situazione di fuorigioco è molto stretta e complicata".

La Fifa, inoltre, sta lavorando anche ad un'altra novità, in questo caso rivolta soprattutto ai tifosi: l'utilizzo delle animazioni 3D per illustrare la situazione di fuorigioco. Tali animazioni verrebbero trasmesse in tv e sui grandi schermi, così da rendere più chiara la decisione presa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché ai Mondiali Qatar 2022 il fuorigioco sarà infallibile

Today è in caricamento