rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Il protagonista

Calhanoglu si è preso l'Inter: da eterno incompiuto a perno insostituibile

Il turco tra i protagonisti del successo nerazzurro contro il Napoli

Una vittoria che rilancia, con prepotenza, le ambizioni scudetto. L'Inter, nel pomeriggio di domenica 21 novembre, ha superato per 3-2 a San Siro il Napoli in quello che era un crocevia fondamentale per il prosieguo della stagione nerazzurra: in caso di sconfitta la formazione di Simone Inzaghi sarebbe infatti sprofondata a -10 dalla vetta, che adesso invece, complice anche il ko del Milan sul campo della Fiorentina, è distante solamente quattro lunghezze. E nel successo contro gli azzurri c'è il marchio di un giocatore spesso finito nel mirino della critica: Hakan Calhanoglu.

Inter, Calhanoglu adesso è insostituibile

È stato infatti il turco ad aver realizzato la rete dell'1-1, quella che ha dato il via alla rimonta nerazzurra dopo l'iniziale vantaggio partenopeo firmato da Zielinski. Il centrocampista, sempre protetto e "coccolato" da Simone Inzaghi anche nei momenti più difficili, è stato glaciale dal dischetto, così come nel derby di due settimane fa contro quello che è stato il suo Milan. Ma a far sorridere il suo tecnico è soprattutto la prestazione sfoderata da Calhanoglu, tra i migliori in campo e, finalmente, costante per l'intera durata della gara.

L'ex rossonero, troppo spesso, era stato fin qui incostante non solo tra una partita e l'altra, ma anche all'interno dello stesso match, alternando sprazzi di qualità a momenti di totale spaesamento. Nelle ultime settimane, invece, il turco sembra aver compiuto un decisivo salto di qualità, caricandosi sulle spalle il peso del centrocampo dell'Inter con la sua classe e suoi colpi che, da soli, sono in grado di spaccare le partite. Uno step a livello mentale, sul quale ha forse giovato la concorrenza di Vidal, che, a suon di buone prestazioni, ne aveva messo in discussione la titolarità. Il timore di vedersi scavalcato dal cileno nelle gerarchie ha dato nuova linfa a Calhanoglu, che, finalmente, ha deciso di dare una svolta alla sua stagione e, forse, alla sua carriera: perché adesso, a 27 anni, non è più il momento di rimanere l'eterno incompiuto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calhanoglu si è preso l'Inter: da eterno incompiuto a perno insostituibile

Today è in caricamento