rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Le statistiche

Milan, Ibrahimovic un problema? Rossoneri meglio senza lo svedese

Rendimento sottotono per il Diavolo con Ibra in campo dal primo minuto

Si è chiuso con la vittoria per 4-2 al Castellani di Empoli il 2021 del Milan. I rossoneri, già fuori dall'Europa, hanno terminato il girone di andata al secondo posto della classifica, a quattro punti di distanza dall'Inter capolista. Un bilancio sul quale pesa l'andamento lento delle ultime settimane, in cui il Diavolo, dopo un avvio di stagione sprint, sembra aver tirato un po' il freno a mano. Nelle ultime otto giornate di campionato la formazione di Pioli ha infatti raccolto solamente tre vittorie, cedendo ai cugini nerazzurri la vetta della classifica. E c'è un dato che fa meditare i tifosi milanisti: quello relativo ai risultati ottenuti con Irahimovic in campo fin dal primo minuto.

Milan meglio senza Ibrahimovic: i dati

Il centravanti svedese, spesso ai box in questa prima parte di stagione a causa di alcuni problemi fisici, è partito titolare in campionato solamente otto volte, nelle quali i rossoneri hanno raccolto 11 punti, frutto di tre vittorie, due pareggi e tre sconfitte (media di 1.38 punti a partita). Senza Zlatan in campo dal primo minuto sono invece arrivati 31 punti in 11 gare (media di 2.82 punti a partita). Numeri che testimoniano come la formazione di Pioli, a differenza di quanto visto nel passato torneo, non sia più Ibra-dipendente e che potrebbero far apparire la presenza dell'esperto attaccante quasi un peso: ma Ibrahimovic, per questo Milan, è essenziale, anche per il contributo offerto fuori dal campo in termini di personalità e leadsership.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan, Ibrahimovic un problema? Rossoneri meglio senza lo svedese

Today è in caricamento