rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Calcio

Insigne al Toronto, tutto fatto: resterà al Napoli fino a giugno

Lorenzo Insigne lascerà il Napoli a fine stagione, ha accettato il contratto con il Toronto

Lorenzo Insigne giocherà nel Toronto, i dubbi sono ormai pochissimi perché il giocatore è deciso ad accettare l'offerta del team canadese. A metà settimana gli emissari del club di MLS, che punta anche Criscito e Belotti, saranno in Italia per chiudere l'affare che porterà il capitano del Napoli a giocare nell'ex squadra di Giovinco a partire dal prossimo giugno. L'esterno è infatti in scadenza di contratto, non ha rinnovato con i partenopei, ed è quindi libero di firmare un preaccordo con qualsiasi squadra. La destinazione è già decisa, niente più Italia dove l'Inter aveva fatto più di un pensierino, ma Canada con uno stipendio netto da 8 milioni a stagione a cui si aggiungeranno tanti benefit. Insigne diventerà così il giocatore italiano più pagato al mondo, lo farà lontano dal suo Paese e soprattutto dal Napoli.

Insigne va al Toronto, a giugno l'addio al Napoli

La trattativa per il rinnovo, partita subito con il piede sbagliato, è così fallita. De Laurentiis e l'agente del giocatore si sono incontrati alcune volte, ma mai hanno trovato la via giusta per arrivare ad un accordo, con il presidente a offrire meno dell'attuale ingaggio e il giocatore che invece avrebbe voluto qualcosa in più. Visioni inconciliabili del futuro quindi e così Lorenzo Insigne a giugno lascerà la squadra di cui è capitano da anni e con cui può ancora sognare di vincere lo Scudetto. 

Di certo non sarà una situazione facile per Spalletti che con i "capitani" non ha proprio fortuna. Dopo i casi Icardi, all'Inter, e Totti, alla Roma, ora anche l'uomo che porta la fascia al braccio nel Napoli se ne va. Questa volta però il tecnico non è al centro della bufera come in passato. Il calciatore ha scelto di chiudere la carriera con un contratto ricchissimo, Napoli al momento è spaccata tra chi non ha gradito la scelta di Insigne, per usare un eufemismo, e chi invece ringrazia per quanto ricevuto dal giocatore e aspetta altre magie in campo da qui a fine stagione. Impossibile sinceramente dire chi ha ragione, e probabilmente nessuno la ha davvero. Sono scelte, De Laurentiis deve far fronte al bilancio e ad una situazione economica post Covid non facile per nessuno, Insigne sapeva già di essere all'ultimo possibile ricco accordo in carriera. Le due parti non hanno trovato la quadra e si separeranno, non c'è bisogno di altre parole.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insigne al Toronto, tutto fatto: resterà al Napoli fino a giugno

Today è in caricamento