rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Champions League

Inter, occhio all'Ajax: tre cose da temere dei lancieri

I nerazzurri se la vedranno con gli olandesi negli ottavi di finale

+++ AGGIORNAMENTO: IL SORTEGGIO DOVRÀ ESSERE RIPETUTO +++

Sarà l'Ajax l'avversaria dell'Inter negli ottavi di finale di Champions League. I nerazzurri, che avevano concluso al secondo posto la fase a gironi alle spalle del Real Madrid, hanno evitato le big Manchester City, Liverpool e Bayern Monaco, ma quella olandese è formazione da non sottovalutare. I lancieri hanno infatti chiuso al comando il gruppo C ottenendo sei vittorie in altrettanti incontri, superando sia all'andata che al ritorno Sporting Lisbona, Borussia Dortmund e Besiktas. Un ruolino di marcia netto, nel quale spicca il numero delle reti segnate, ben venti. Soltanto il Bayern Monaco, nella prima fase della competizione, ha fatto meglio, trovando la via del gol per 22 volte.

Inter-Ajax, tre cose da temere dei lancieri

Haller, il gigante dai piedi educati

Pericolo numero uno, per la squadra di Simone Inzaghi, sarà l'attaccante Sebastien Haller. Il francese classe 1994, con un passato ad Auxerre, Utrecht, Eintracht Francoforte e West Ham, sta vivendo la stagione della consacrazione e nella fase a gironi ha realizzato la bellezza di dieci reti, precedendo un certo Lewandowski nella classifica marcatori. Forte fisicamente grazie ai suoi 190 cm di altezza, Haller è un vero rapace dell'area di rigore, colpendo non solo di testa, ma anche di piede grazie ad una tecnica rara da trovarsi nei giocatori della sua stazza.

Tadic e Berghuis, estro e fantasia

Alle spalle di Haller, insieme ad Antony o David Neres, agiscono Tadic e Berghuis, giocatori dotati di rapidità e classe. Il serbo è ormai da anni un punto fermo dell'Ajax, club nel quale è arrivato dal Southampton nel 2018 guadagnandosi un ruolo di primo piano a suon di reti, mentre l'olandese, reduce da cinque stagioni al Feyenoord, è alla sua prima stagione ai lancieri, divenendo subito elemento imprescindibile nello scacchiere di Ten Hag. Un tandem che può mettere in difficoltà qualunque avversario in qualsiasi momento.

La coralità del gioco dei lancieri

L'Ajax, quest'anno, sembra essere tornata ai fasti della stagione 2018/2019, quando in Champions League si spinse fino alla semifinale (ko per la regola delle reti segnate in trasferta al termine del doppio confronto con il Tottenham) dopo aver eliminato il Real Madrid agli ottavi e la Juventus ai quarti. I lancieri fanno della coralità di gioco la loro arma principale, con una manovra avvolgente e rapida in cui ogni elemento sa perfettamente cosa fare in ogni situazione. Ten Hag ha costruito una macchina in cui ogni ingranaggio sembra girare alla perfezione, riuscendo così ad ottenere risultati che vanno al di là della qualità della rosa a disposizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter, occhio all'Ajax: tre cose da temere dei lancieri

Today è in caricamento