rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Il derby

Inter-Milan, cosa devono temere i nerazzurri del Diavolo

Sfida scudetto a San Siro: gli uomini di Simone Inzaghi vogliono spingere a -7 i rossoneri

Novanta minuti da vivere tutti d'un fiato. Sabato 5 febbraio, alle 18, andrà in scena a San Siro l'infuocato derby Inter-Milan, forse già decisivo in chiave scudetto. I nerazzurri, leader della classifica con quattro punti di vantaggio (ed una partita in mano) sui rossoneri ed il Napoli, potrebbero infatti dare una spallata decisiva ai cugini in caso di vittoria, estromettendo quasi definitivamente il Diavolo dalla corsa al tricolore. Un match al quale la formazione di Simone Inzaghi si presenterà forte dei nove successi ottenuti nelle ultime dieci gare, che le hanno permesso di ritagliarsi il ruolo di grande favorita alla vittoria finale del torneo. Gli uomini di Pioli, invece, hanno conquistato soltanto un punto nelle ultime due sfide, con il pareggio per 0-0 contro la Juventus che ha fatto seguito al clamoroso ko interno con lo Spezia.

L'Inter, tuttavia, non può sottovalutare i cugini, che dispongono di armi con cui poter far male ad ogni avversario. Vediamo a cosa dovranno prestare particolare attenzione i nerazzurri nella sfida di sabato.

Inter, un febbraio da brividi: che incroci in campionato, Coppa Italia e Champions League

Inter, tre cose da temere del Milan

I guizzi di Leao

Dopo due stagioni vissute tra alti e bassi, Leao sembra aver raggiunto la definitiva consacrazione, guadagnandosi un ruolo di primo piano nello scacchiere rossonero. Il portoghese, già autore di sei reti in campionato, è uno di quei giocatori capace di strappare in due le difese avversarie con le sue accelerate ed i suoi guizzi. Simone Inzaghi dovrà essere bravo a non lasciargli campo aperto, così da limitarne, per quanto possibile, la sua pericolosità.

Le incursioni di Hernandez

Una delle migliori frecce all'arco di Stefano Pioli è senza dubbio Theo Hernandez, terzino con il vizietto del gol. Sono infatti già quattro le reti realizzate dal francese nel corso di questo campionato, dopo le 7 del torneo 2020/2021 e le sei del 2019/2020. L'ex Real Madrid ama spingere con continuità per tutti e novanta minuti sfruttando al meglio la sua straripanza fisica: spetterà a Dumfries, giocatore cresciuto in maniera esponenziale nelle ultime settimane, cercare di contenerlo mettendolo allo stesso tempo in difficoltà in fase difensiva.

I calci piazzati di Tonali

Divenuto elemento essenziale nel centrocampo rossonero, Sandro Tonali fa dei calci piazzati una delle sue qualità migliori. Le sue punizioni ed i suoi corner sono sempre insidiosi per le difese avversarie, con la retroguardia nerazzurra che dovrà quindi prestare particolare attenzione per non farsi sorprendere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Milan, cosa devono temere i nerazzurri del Diavolo

Today è in caricamento