rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
L'analisi

Inter, scontri diretti amari: serve una svolta per lo scudetto

Ancora nessuna vittoria per i nerazzurri contro le big del torneo

Un amaro pareggio, che serve a poco alla classifica. L'Inter, nel derby contro il Milan di domenica sera, non è andata oltre l'1-1, con il gol di Calhanoglu a cui i rossoneri hanno replicato con l'autorete di De Vrij. Un risultato per il quale la formazione di Simone Inzaghi può recriminare per il penalty fallito da uno spento Lautaro Martinez, che avrebbe potuto consegnare ai suoi tre punti d'oro in chiave scudetto. La vetta, invece, resta così distante sette lunghezze, con Handanovic e compagni che adesso, per sperare ancora nel tricolore, dovranno dar vita ad un cambio di marcia, soprattutto negli scontri diretti.

Inter, rinnovo di contratto per Barella: l'ex Cagliari il capitano del futuro?

Inter, scontri diretti amari: i dati

L'Inter, fin qui, ha infatti raccolto pochissimo nelle sfide contro le cosiddette big: appena tre punti in quattro partite, frutto dei pareggi con Atalanta (2-2), Juventus (1-1) e Milan (1-1) e della sconfitta sul campo della Lazio per 3-1. Un ruolino di marcia che evidenzia le difficoltà dei nerazzurri con le big del torneo e che, al momento, pesa come un macigno sulla classifica. La squadra di Inzaghi, soprattutto contro Juventus e Milan, è mancata di cinismo, non chiudendo due gare in cui, per lunghi tratti, hanno giocato meglio degli avversari. Un peccato mortale, se unito ad una porta mai blindata negli scontri diretti: l'Inter, in questo segmento iniziale di torneo, non ha infatti subito reti soltanto in tre occasioni e sempre contro formazioni di fascia medio-bassa: Genoa, Empoli e Udinese. Quando il tasso tecnico degli avversari si è alzato, invece, Handanovic è sempre stato costretto a raccogliere il pallone in fondo al sacco almeno una volta.

Chiaro che, andando avanti così, coltivare il sogno dello scudetto-bis diventa difficile. Serve un cambio di rotta, già a partire dalla gara con il Napoli al rientro dalla sosta per gli impegni delle Nazionali. Un match che i nerazzurri, se vorranno ancora rimanere attaccati al treno che porta al tricolore, non possono permettersi di fallire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter, scontri diretti amari: serve una svolta per lo scudetto

Today è in caricamento