Giovedì, 21 Ottobre 2021
Nations League

Italia-Spagna, i tre pericoli principali per gli azzurri

Le Furie Rosse, guidate in panchina da Luis Enrique, cercano la rivincita dopo il ko in semifinale di Euro 2020

Sarà la rivincita della semifinale di Euro 2020, quando ad avere la meglio, ai calci di rigore, furono gli azzurri. Italia-Spagna, prima semifinale di Nations League, in programma mercoledì 6 ottobre alle 20.45 a San Siro, è una partita che promette spettacolo, con la formazione di Luis Enrique che cercherà il riscatto dopo la delusione della scorsa estate. Le Furie Rosse, malgrado una rosa profondamente rinnovata sotto la gestione dell'ex tecnico di Roma e Barcellona, hanno già dimostrato di poter essere competitive ai massimi livelli: ecco tre cose a cui l'Italia dovrà stare particolarmente attenta.

Nations League 2021, le favorite alla vittoria finale: le quote dei bookmakers

Il palleggio

È la caratteristica principale della Spagna, come abbiamo avuto modo di sperimentare sulla nostra pelle ad Euro 2020. Il palleggio degli iberici è avvolgente, a tratti disorientante: nella sfida di San Siro non andrà ripetuto l'errore commesso nell'ultimo precedente, quando gli uomini di Mancini sono rimasti a lungo in balìa degli avversari. Dominare il gioco è proprio quello che vuole Luis Enrique, in modo da mascherare anche i limiti difensivi della sua formazione.

L'imprevedibilità di Ferran Torres

Il guizzante attaccante del Manchester City, bravo ad agire anche come falso nueve, fa della rapidità nello stretto la sua arma migliore. Dotato di una tecnica fuori dal comune, più lontano rimane dall'area di rigore meglio è: permettergli troppi inserimenti negli ultimi metri potrebbe causare non pochi problemi alla porta di Donnarumma.

L'esperienza di Busquets

A fare da chioccia ad un gruppo composto in gran parte da giovanissimi è Sergio Busquets, uno che di partite di alto livello ne ha giocate ormai a centinaia. La sua esperienza, unità alla sua capacità di far innervosire gli avversari, potrebbe creare qualche fastidio alla formazione di Mancini, chiamata a non cadere in eventuali trappole disciplinari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia-Spagna, i tre pericoli principali per gli azzurri

Today è in caricamento