rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Gli scenari

Chi cederà la Juventus se non giocherà né in Champions né in Europa League

Numerosi i big che potrebbero lasciare Torino in caso di mancata qualificazione alle coppe europee

Una vera e propria mazzata, quella che ha colpito la Juventus. I quindici punti di penalizzazione inflitti ai bianconeri dalla Corte Federale d'Appello in relazione al caso plusvalenze rischia di condizionare pesantemente non soltanto il presente, con la formazione di Massimiliano Allegri scivolata a metà classifica e ora distante dalla zona Europa, ma anche il futuro. In caso di mancata qualificazione alle coppe europee, infatti, la Vecchia Signora potrebbe perdere diversi dei suoi giocatori più rappresentativi, pronti a volare verso altri lidi che gli garantirebbero la vetrina internazionale.

Chi potrebbe lasciare Torino

Tra i calciatori che potrebbero lasciare la Juventus in caso di mancato accesso sia alla Champions che all'Europa League c'è Dusan Vlahovic, attaccante arrivato dalla Fiorentina nel gennaio dello scorso anno. Il serbo, che fin qui, in stagione, è stato frenato dai problemi fisici, ha numerosi estimatori in Europa, a partire dall'ambizioso Arsenal di Arteta, formazione capolista della Premier League. Cederlo, tuttavia, potrebbe significare per i bianconeri mettere a bilancio una minusvalenza, dato che il centravanti, tra costi fissi e bonus, è stato pagato circa 80 milioni di euro: ecco perché la Juventus potrebbe quindi provare a trattenere il giocatore, a meno che non pervenga al club un'offerta da circa 100 milioni. Notevole, in caso di partenza, sarebbe però il risparmio in termini di ingaggio.

Tra i possibili partenti anche Angel Di Maria, che non ha mai nascosto l'intenzione di chiudere la propria carriera in patria al Rosario Central, e Adrien Rabiot. L'addio dell'argentino a fine stagione, già prima probabile, potrebbe divenire inevitabile in caso di mancata qualificazione alle coppe. Una separazione che potrebbe avvenire di comune accordo con il club, che risparmierebbe così sull'oneroso ingaggio del neo campione del mondo. Discorso analogo per il francese: il centrocampista già la scorsa estate era stato vicinissimo a lasciare Torino e difficilmente rinnoverà il contratto con la Juventus, a maggior ragione di fronte ad un piazzamento fuori dall'Europa.

Riflessioni in corso, poi, si aprirebbero anche sul conto di Paredes, Milik e Kean, giocatori arrivati in prestito rispettivamente da Paris Saint-Germain, Olympique Marsiglia ed Everton. L'elevato ingaggio da loro percepito potrebbe infatti spingere la Vecchia Signora a non confermarli per ridurre i costi di gestione. E riflessioni analoghe sorgerebbero su Paul Pogba, fino ad oggi mai in campo a causa di un problema al ginocchio. Su Chiesa, infine, potrebbero accendersi vari rumors di mercato: da valutare, in questo caso, l'eventuale linea della Juventus, che non vorrebbe però privarsi del talentuoso esterno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi cederà la Juventus se non giocherà né in Champions né in Europa League

Today è in caricamento