rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Serie A

Inter, la vittoria con la Juventus cambia tutto: ecco perché lo scudetto ora è possibile

I nerazzurri, con il blitz all'Allianz Stadium, rilanciano con prepotenza le ambizioni di primato

Una vittoria fondamentale, che potrebbe cambiare tutto nella corsa scudetto. L'Inter, nella serata di ieri, domenica 3 aprile, ha espugnato per 0-1 l'Allianz Stadium grazie al penalty trasformato da Calhanoglu nel finale del primo tempo affossando definitivamente le speranze tricolori della Juventus e rilanciando, al contrario, prepotentemente quelle nerazzurre. La formazione di Simone Inzaghi, in attesa del match del Milan capolista, impegnato a San Siro nel posticipo del lunedì contro il Bologna, si sono infatti riportati a -3 dalla vetta. Un distacco che, virtualmente, potrebbe rimanere tale anche in caso di successo dei rossoneri contro i rossoblù, visto che Dzeko e compagni hanno fin qui giocato una partita in meno. Ma il successo contro la Vecchia Signora, per l'Inter, potrebbe rappresentare una svolta soprattutto dal punto di vista psicologico.

Svolta psicologica e calendario, ecco perché l'Inter può credere nello scudetto

Sì, perché i nerazzurri, prima dell'affermazione sul campo dei bianconeri, hanno vissuto un momento difficile, con appena sette punti conquistati in sette gare. Un andamento lento che aveva vanificato quanto di buono fatto vedere nei mesi precedenti e che aveva minato le sicurezze della truppa di Inzaghi, sprofondata in una spirale negativa dalla quale sembrava quasi impossibile uscirne fuori. E le scorie psicologiche si sono viste anche in occasione del match contro la Juventus, con l'Inter che ha pensato più a difendersi che ad attaccare sfruttando al meglio l'episodio favorevole per portarsi a casa l'intera posta in palio. D'altra parte, allo Stadium, contava più il risultato che la prestazione: in caso di passo falso, i nerazzurri avrebbero infatti dovuto dire probabilmente addio alle speranze scudetto.

L'affermazione contro la formazione di Allegri potrebbe invece rappresentare la scintilla decisiva per rianimare l'entusiasmo degli uomini di Inzaghi, che, da qui alla fine del torneo, possono sfruttare anche un calendario favorevole. L'unica big che rimane da affrontare è infatti la Roma, attesa a San Siro nella 34esima giornata. Poi, per il resto, sfide sulla carta tutte ampiamente alla portata dei nerazzurri, chiamati ad affrontare Verona, Spezia, Bologna, Udinese, Empoli, Cagliari e Sampdoria. Gare in cui l'Inter, se ritrova fiducia e condizione, può ottenere bottino pieno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter, la vittoria con la Juventus cambia tutto: ecco perché lo scudetto ora è possibile

Today è in caricamento