rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
La promessa

Kristjan Asllani: chi è il nuovo regista dell'Inter

Il giovane centrocampista albanese è stato prelevato dall'Empoli con la formula del prestito con obbligo di riscatto

È andato subito in gol, trovando la rete del definitivo 2-2 contro il Monaco nella prima amichevole prestagionale giocata dall'Inter. Stiamo parlando di Kristjan Asllani, centrocampista classe 2002 prelevato poche settimane fa dai nerazzurri con la formula del prestito con obbligo di riscatto dall'Empoli. L'albanese, autentica rivelazione dello scorso campionato di Serie A, ha immediatamente destato ottime impressioni a Simone Inzaghi, che ne sta apprezzando non solamente le doti tecniche, ma anche, e soprattutto, lo spirito di abnegazione e la voglia di crescere con cui si è tuffato a capofitto nella nuova avventura. Qualità che, se mantenute inalterate, potrebbero accelerarne ulteriormente un già rapido processo di crescita.

Gli esordi

Asllani, nato ad Elbasan il 9 marzo del 2002, cresce in Italia, dove si trasferisce all'età di appena due anni a Buti, in provincia di Pisa. Già all'età di dieci anni entra a far parte del settore giovanile dell'Empoli, con cui compie tutta la trafila fino ad arrivare, il 13 gennaio 2021, al debutto in prima squadra in occasione della partita di Coppa Italia contro il Napoli, poi vinta dai partenopei per 3-2. Il centrocampista, nel corso di quella stagione, è uno dei perni della scoppiettante Primavera azzurra guidata da Buscé, che, non a caso, conquisterà poi il titolo di campione d'Italia superando per 5-3 in finale l'Atalanta di Brambilla.

La promozione in prima squadra

L'ottimo rendimento offerto in Primavera spingono il club ed il tecnico Aurelio Andreazzoli ad aggregare in pianta stabile alla prima squadra il centrocampista, che raccoglie otto spezzoni nella prima parte della stagione 2021/2022. A gennaio, poi, la partenza di Samuele Ricci, passato al Torino, fa sì che Asllani venga promosso titolare, giocando, da lì in poi, ben quattordici gare su quindici dal primo minuto. Il 6 maggio, nella partita contro l'Inter, terminata 4-2 in favore dei nerazzurri, trova anche la sua prima rete in Serie A, coronando una crescita esponenziale notata anche dal ct dell'Albania Edoardo Reja, che lo fa debuttare in Nazionale il 28 marzo nel corso dell'amichevole contro la Spagna, vinta dalle Furie Rosse per 2-1. "Ha le stimmate del calciatore importante. Non sbaglia una partita dal Dall'Ara a San Siro. E corre più di tutti", dirà di lui Andreazzoli al termine della stagione.

L'approdo all'Inter

E le sue qualità vengono subito notate dall'Inter, alla ricerca sul mercato di un vice Brozovic. La sua abilità nell'impostare la manovra, la sua sapienza nel gestire i diversi momenti di gioco e la sua duttilità tattica (oltre che regista, può giocare anche come mezzala) spingono Marotta a puntare su di lui. Convinto che Asllani, per questa Inter, possa essere utile non soltanto nel futuro, ma anche nel presente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kristjan Asllani: chi è il nuovo regista dell'Inter

Today è in caricamento