rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Calcio

Lazio, non solo Kurzawa. I nomi caldi del calciomercato biancoceleste

Le attenzioni della dirigenza sono tutte per il terzino del Paris Saint Germain, ma prosegue parallelamente la caccia al vice-Immobile, per sotituire un Muriqi in partenza

Avanti con Maurizio Sarri, avanti nell’opera di restyling. Il solco, in casa Lazio, sembra ormai tracciato: prolungamento fino al 2025 dell’accordo con il tecnico campano, e ritocco alla rosa bilanciando le operazioni in uscita e quelle in entrata. Le prime, riguardano principalmente i giocatori attualmente in esubero e fuori dal progetto tecnico: una lista che comprende i vari Lukaku, Adekanye, Durmisi, e Jony (mai finiti nell’elenco dei convocati), chi ha avuto un minutaggio estremamente ridotto (André Anderson ed Escalante), ma anche chi non ha pienamente convinto, scalando nelle gerarchie. Dell’ultimo gruppo fanno parte principalmente Muriqi e Lazzari: per il primo, oltre all’Hull City nella serie B inglese, resta viva la pista che porta ad un suo ritorno in Turchia, mentre per il secondo potrebbe prendere quota lo scambio con Zaza nell’ottica di un inserimento, in rosa, di un vice Immobile di peso.

Partendo dalla difesa, è sempre Kurzawa del Paris Saint Germain l’obiettivo per rinforzare la fascia sinistra: Hysaj è tornato a presidiare il versante opposto, Marusic è fruibile come jolly ed ultimamente sul binario sinistro è stato riproposto anche Radu. Da superare lo scoglio dell’ingaggio del francese, particolarmente elevato, e la concorrenza principalmente del Newcastle: in questo senso, potrebbero pesare la preferenza del giocatore ed il supporto della società transalpina nel contribuire in solido al pagamento della cifra stabilita dal contratto, almeno per il primo anno di permanenza a Roma con la formula del prestito con diritto di riscatto. Più variegato il panorama relativo al reparto offensivo, da rinforzare con l’arrivo di almeno una pedina, se non addirittura due. Oltre a Zaza, sul taccuino restano i nomi di Lasagna e Kalinic, dopo l’inevitabile depennamento di Botheim, finito al Krasnodar. Più complesso arrivare a “smontare” un pezzo del tandem offensivo del Cagliari (Joao Pedro o Keita) ed anche avvicinarsi ad un pallino di Sarri, ovvero quel Callum Hudson-Odoi lanciato dall’allenatore al Chelsea, la cui valutazione sembra però troppo elevata.

A margine delle trattative invernali più o meno annunciate, ci sono poi quelle che potrebbero prendere forma. Pericolosamente, verrebbe da aggiungere: come nel caso di Luiz Felipe, in scadenza a Giugno, il cui rinnovo resta in bilico anche per l’interposizione di alcune squadre interessate al difensore brasiliano, tra cui anche il Barcellona. Ci sono poi i pezzi pregiati, Milinkovic Savic e Luis Alberto: corteggiato dal Manchester United in chiave post Pogba il primo, scivolato nuovamente nel limbo dei “titolari-non titolari” il secondo per cui si era già parlato di una possibile partenza in estate. Di fronte ad una congrua offerta, quindi, l’operazione cessione verrebbe avallata, complementare al progetto “Sarriano” che prevede giocatori più funzionali alla sua idea di gioco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, non solo Kurzawa. I nomi caldi del calciomercato biancoceleste

Today è in caricamento