Giovedì, 21 Ottobre 2021
Calcio

Leonardo Sernicola, il gregario di lusso: "Cremonese seconda? Impariamo a stare in alto"

L'esterno sinistro adattato a destra da Pecchia è sempre in campo nelle prime sette giornate: 618' giocati. "Sono sempre a disposizione del tecnico e del gruppo. Ora pensiamo a prepararci per il Benevento"

Leonardo Sernicola, una vita da gregario per fa volare la Cremonese. L’esterno destro dei grigiorossi, reduce da una stagione deludente con la Spal, oggi è il recordman di Pecchia: ha giocato sempre nelle prime sette giornate, 618’ sui 630’ totali. Un terzo dell’intero minutaggio fatto l’anno scorso a Ferrara. “Mi sento migliorato rispetto all’anno scorso, la mia mentalità è sempre quella di mettermi a disposizione del mister e della squadra – ha detto oggi il 24enne terzino sinistro della Cremonese – . Sono contento, dobbiamo andare avanti così per raggiungere grandi traguardi tutti insieme. Il mio ruolo? Sulla fascia destra mi trovo a mio agio. Per il nostro gioco, il mister dà molte responsabilità ai terzini, ci considera come registi e chiede di partecipare all’impostazione del gioco”.

Grigiorossi alle spalle della capolista Pisa e finalmente lanciati nella corsa alla serie A: “Il secondo posto? Stare in alto in classifica, e sentirsi a proprio agio, fa parte del nostro processo di crescita: andiamo in campo senza badare alla classifica, ma pensando solo a vincere le partite. Io vivo di partita in partita, pensando solo a fare bene ogni settimana e senza fare calcoli. In questo gruppo mi sto trovando benissimo e questo farà la forza durante la stagione e ci farà compattare e raggiungere i risultati che vogliamo. Cremona è una citta splendida e qui voglio fare bene”.

Il difensore-tuttocampista dei lombardi sabato scorso è stato decisivo nella vittoria contro la sua ex squadra: “Ritrovare la Ternana, in cui ho giocato per cinque stagioni, dalle giovanili alla prima squadra, mi ha fatto davvero uno strano effetto. Quello che conta, però, è aver fatto una partita importante. Il gol salvato? Ho fatto il mio dovere, una soddisfazione contribuire ai risultati della squadra”.

Guai a sognare troppo e allontanarsi dalla realtà: “Dobbiamo entrare nell’ottica del campionato di B, che è difficilissimo, c’è un equilibrio assurdo. Ci sarà da soffrire contro tutti, prime o ultime che siano. Dobbiamo andare in campo sapendo questo”. Dopo aver perso a Perugia, due vittorie pesanti e, dopo la sosta, una sfida ad alta quota contro il Benevento: “E’ stato importante fare punti nelle ultime giornate, prima della sosta. In ogni partita, però, c’è da soffrire. Bisogna saper fare partite da gregario. Ora abbiamo due settimane per lavorare e arrivare pronti alla sfida contro il Benevento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leonardo Sernicola, il gregario di lusso: "Cremonese seconda? Impariamo a stare in alto"

Today è in caricamento