rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Serie A

Milan, vietato sottovalutare la Fiorentina: tutte le insidie viola

Rossoneri chiamati alla vittoria contro la formazione di Italiano per difendere il primo posto in classifica

Tutto nelle proprie mani. La sconfitta dell'Inter sul campo del Bologna nel recupero della 20esima giornata, ha lasciato il Milan al comando solitario della classifica, con i rossoneri che, a quattro giornate dal termine del torneo, rimangono quindi ancora padroni del proprio destino. Agli uomini di Pioli, nelle ultime quattro gare, basteranno 10 punti per avere la certezza matematica di conquistare lo scudetto: in caso di arrivo a braccetto con i cugini nerazzurri, sarebbe infatti il Diavolo a spuntarla in virtù degli scontri diretti favorevoli.

Il cammino da qui al termine della stagione, per il Milan, non è però privo di insidie, a partire dalla prossima domenica, quando Tonali e compagni ospiteranno una Fiorentina arrabbiata dopo il clamoroso 0-4 incassato contro l'Udinese.

Milan, cosa temere della Fiorentina

Proprio la possibile reazione di orgoglio sarà uno dei fattori a cui dovranno stare particolarmente attenti i rossoneri. I viola vorranno infatti prontamente rispondere alla clamorosa debacle contro i friulani e si presenteranno a San Siro vogliosi di riscatto, cercando di conquistare un risultato positivo per continuare a sperare in un piazzamento europeo. Al di là di questo, poi, c'è la qualità di gioco mostrata dai toscani: la Fiorentina, nel corso di questo campionato, ha infatti spesso disputato ottime gare, proponendo un calcio moderno e propositivo. La continuità è ciò che è mancato agli uomini di Italiano per rimanere attaccati al treno quarto posto.

I viola, inoltre, possono contare su alcune ottime individualità, capaci di far male alle difese avversarie. Pensiamo a Nico Gonzalez, sbocciato nelle ultime settimane, a Cabral, a Saponara, a Piatek e a Torreira, vero fulcro del gioco della Fiorentina. Senza dimenticare la spinta sulle corsie esterne di Biraghi e Odriozola, due motorini continui sulle fascie di competenza. Insomma, per battere la Fiorentina, il Milan, non potrà concedersi quelle distrazioni che, soprattutto a San Siro, hanno spesso rischiato in passato di condizionarne il cammino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan, vietato sottovalutare la Fiorentina: tutte le insidie viola

Today è in caricamento