rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Brasile 2014

Vincere o saranno (Uru)guay grossi: l'Italia si gioca il Mondiale

Alle 18 Italia-Uruguay. Basta un pari per non tornare a casa, per non abbandonare il sogno Mondiale. Prandelli si affida al 3-5-2 e alla difesa della Juve. In attacco sarà Immobile al fianco di Balotelli

ROMA - Parola d'ordine: fermare il "pistolero". Per oggi potrebbe bastare così. Da domani - sperando ci sia un domani - si vedrà. L'Italia di Cesare Prandelli si gioca il Mondiale tutto in una sera - anche se a Natal saranno le tredici. Una sera in cui gli azzurri non possono e non devono sbagliare per non bissare la sciagurata esperienza mondiale di quattro anni fa, quando la truppa di Lippi salutò il Sudafrica al cospetto delle piccole Slovacchia, Nuova Zelanda e Paraguay. In Brasile il girone non è per nulla di quelli semplici, soprattutto dopo l'exploit della cenerentola Costa Rica, ma uscire al primo turno sarebbe un fallimento non da poco. Grazie alla vittoria sull'Inghilterra, per andare avanti basta un pari, o più semplicemente potrebbe bastare fermare Luis Suarez. 

Il bomber della Celeste, doppietta all'Inghilterra venticinque giorni dopo un'operazione al menisco, ha agitato i sogni di Prandelli e dei suoi. Tanto che il ct - emblematico il suo "e' la partita della vita" - alla fine, si è convinto: cambio modulo. Fuori il 4-1-4-1 tutto palleggio e tiki taka, dentro un italianissimo 3-5-2, all'occorrenza 5-3-2. Un po' come dire, dal sogno alla pratica perché per oggi - è un mantra - basta non prenderle. 

Così, spazio alla difesa della Juve - Bonucci, Chiellini, Barzagli - nella speranza che vecchi automatismi e conoscenze possano bastare per mettere un freno allo strapotere di Suarez e alla fame di Edinson Cavani - sì anche El Matador è della Celeste. A centrocampo, sulla carta, vince l'Italia. Pirlo, Marchisio - o Verratti, e Candreva garantiscono qualità e dinamismo. Sugli out De Sciglio, a sinistra, e Darmian, a destra, assicurano corsa, buoni piedi e un'attenta fase difensiva. In attacco finalmente tocca a lui, Ciro Immobile. Lo scugnizzo dovrebbe giocare al fianco di Balotelli: le speranze dell'Italia intera sono nei piedi dei due bomber. Per restare Immobil(i), lì in Brasile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincere o saranno (Uru)guay grossi: l'Italia si gioca il Mondiale

Today è in caricamento