rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Calcio

Napoli, infortuni e calendario: adesso il gioco si fa davvero duro

Il Napoli perde contro lo Spartak Mosca in Europa League, gli infortuni pesano e il calendario è un altro nemico.

La seconda sconfitta di fila del Napoli arriva nel gelo di Mosca. Dopo il ko con l’Inter suona un altro campanello d’allarme che complica il viaggio europeo dei campani, verosimilmente adesso sarà necessario vincere con il Leicester per poter raggiungere gli scontri diretti di Europa League, anche se un pari tra gli inglesi e il Legia Varsavia domani potrebbe rendere il percorso meno accidentato.

Napoli, quanto pesano gli infortuni

A pesare in maniera importante sul Napoli visto questa sera contro lo Spartak sono stati gli infortuni che hanno tolto punti di riferimento alla squadra. Nel primo tempo la formazione di Spalletti sembrava spaesata e i due gol sono stati il segnale dello sbandamento, va però detto che nella ripresa è stato un Napoli diverso e sicuramente migliore. 

Gli infortuni sono la causa principale del ko odierno, Osimhen è insostituibile e dover rinunciare anche ad Anguissa, Insigne, Politano, Demme, Fabia Ruiz ed Ounas rende tutto davvero troppo difficile La speranza è che qualcuno recuperi il prima possibile, perché con tutte queste assenze anche la marcia in campionato rischia di diventare dura. 

Il calendario è un altro problema per il Napoli

L’infermeria è un problema per il presente ma può diventarlo ancora di più per il futuro. Il Napoli in meno di un mese, da qui a Natale, affronterà sette gare tra Serie A ed Europa League. E le partite si annunciano quasi tutte molto complicate: si parte con Lazio, Sassuolo e Atalanta, una dietro l’altra in una settimana di campionato. Il giovedì successivo la gara con il Leicester, tre giorni dopo l’Empoli che introdurrà la settimana che porta alla gara con il Milan, scontro diretto principe nella corsa allo Scudetto. L’anno si concluderà con lo Spezia in casa, ma va detto che dopo la sosta sarà sfida alla Juventus. 

Tanti big match, tante partite in pochi giorni, da affrontare senza Osimhen, sicuramente, e per buona parte senza Anguissa. Demme non è più positivo al Covid e tornerà già domenica, la speranza è che anche il prossimo tampone di Politano possa essere negativo per avere una freccia in più nel proprio arco subito. Nulla di grave sembra essere per Insigne, ma con il capitano bisogna procedere con molta attenzione perché non è il primo problema fisico della stagione. Insomma tra calendario e infortuni il prossimo mese del Napoli non sarà per niente facile, ma non ci si può fermare e già contrio la Lazio sarà necessario tornare a vincere perché tre sconfitte di fila potrebbero rappresentare qualcosa in più di un semplice campanello di allarme.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, infortuni e calendario: adesso il gioco si fa davvero duro

Today è in caricamento