Lunedì, 18 Ottobre 2021
Calcio

Napoli, il razzismo non sarà più tollerato: la squadra è pronta alla protesta

Dopo gli insulti razzisti a Koulibaly, Anguissa e Osimhen in Fiorentina-Napoli, gli azzurri hanno deciso come rispondere.

Non si placano le polemiche per i fatti del post partita di Fiorentina-Napoli. Alcuni tifosi viola hanno rivolti insulti razzisti verso i giocatori di colore del Napoli Anguissa, Koulibaly e Osimhen. I primi due hanno risposto sui social agli insulti e molte squadre, tra cui Inter e Milan hanno mandato messaggi di solidarietà alla società campana.

Nel frattempo le autorità si stanno muovendo per individuare i responsabili. La Questura di Firenze sta passando al setaccio le immagini del post partita per trovare i responsabili, che sarebbero passibili di Daspo. La Federcalcio ha aperto un’inchiesta, mentre nelle prossime ore il giudice sportivo potrebbe già decretare alcune sanzioni.

Il Napoli lascerà in campo in caso di episodi di razzismo

La macchina burocratica si sta muovendo, sanzionerà i colpevoli, ma non riuscirà a mettere fine alla piaga del razzismo nel calcio. I giocatori del Napoli si stanno così organizzando per lanciare un segnale forte. Secondo quanto riferito da alcuni quotidiani oggi, tra cui La Repubblica, la squadra azzurra avrebbe deciso di non tollerare più nessuna forma di razzismo.

In caso di altri insulti quindi lascerà il campo interrompendo la partita. In Italia una protesta di questo tipo non è mai stata messa in atto, mentre in Europa ci sono alcuni precedenti tra cui il più clamoroso quello dell’8 dicembre 2020. Durante la partita tra Paris Saint Germain e Basaksehir è addirittura il quarto uomo a rivolgere al viceallenatore dei turchi un insulto razzista. La frase viene sentita dai protagonisti in campo che si fermano subito e lasciano il rettangolo verde. Una scena che fa il giro del mondo e che a quanto pare potrebbe ripetersi nelle prossime partite dei Napoli se ci saranno nuovi insulti razzisti a Koulibaly e compagni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, il razzismo non sarà più tollerato: la squadra è pronta alla protesta

Today è in caricamento