rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Calcio

Newcastle, la Premier League si ribella allo strapotere economico degli arabi

Il cambio di proprietà del Newcastle ha allarmato tutte le squadre di Premier League che si schierano contro gli arabi. 

Sono passati solo pochi giorni dall’ingresso del fondo sovrano dell’Arabia Saudita nel mondo del calcio e la Premier League è già in subbuglio. Il Newcastle è stato acquistato dal PIF, fondo che avrebbe una capacità economica da 430 miliardi di euro, e potrebbe nei prossimi anni dominare la scena nazionale e internazionale. Uno scenario che non piace ai club d’oltremanica che hanno già votato una norma per cercare di bloccare lo strapotere economico dei magpies.

La Premier League si schiera contro il ricchissimo Newcastle degli arabi

Il Guardian ha rivelato infatti che nelle scorse ore tutte le squadre di Premier League si sono sedute a tavolino e hanno votato a favore di una norma per evitare che nel prossimo mese il Newcastle possa firmare accordi commerciali con aziende legato al Fondo Sovrano dell’Arabia Saudita. Insomma l’idea è quella di contrastare l’ingresso di capitali nel Newcastle, almeno per il prossimo mese.

Evitare il modello City, è questo quello che vogliono fare le società inglesi che hanno già visto lo sceicco Mansour rendere ricca la squadra di Manchester attraverso sponsorizzazioni "interne", per questo l'unica squadra oltre al Newcastle a votare contro è stata proprio quella di Guardiola. 

Il Newcastle cerca un nuovo allenatore, esnerato Steve Bruce

Nel frattempo il Newcastle sta cercando il modo per risollverarsi dai bassifondi della classifica dove è precipitato sotto la guida di Steve Bruce. Un nuovo allenatore sarà la prima mossa ufficiale della nuova proprietà che proprio oggi ha sollevato iil tecnico dall'incarico e sono tanti i nomi accostati alla panchina dei magpies. In testa alla corsa c’è Brendan Rodgers del Liecester che però non avrebbe ancora sciolto le riserve e dovrebbe anche liberarsi dal Leicester, sua attuale squadra. Si parla anche di due ex superstar della Premier League come Gerrard o Lampard, e ancora di Wayne Rooney come traghettatore fino a fine stagione, quando poi potrebbe arrivare un top coach mondiale, difficile al momento che possa essere Antonio Conte.

I primi giorni degli arabi nel calcio non sono quindi stati facili: la Premier League con una mossa preventiva si è rivoltata, la squadra continua a preciptare negli abissi della classifica e la ricerca dell’allenatore è più complicata del previsto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Newcastle, la Premier League si ribella allo strapotere economico degli arabi

Today è in caricamento