rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Serie A

Milan, Pioli a rischio? I possibili successori

Momento no per i rossoneri, reduci da quattro sconfitte consecutive. E la posizione del tecnico inizia a non essere più così salda

'Pioli is on fire'. Questa la colonna sonora che ha accompagnato il Milan nella passata stagione, terminata, per i rossoneri, con la conquista del diciannovesimo scudetto. Un ritornello nato come riadattamento della celebre canzone di Gala 'Freed from Desire' e volto a sottolineare il grandissimo lavoro svolto dal tecnico parmigiano sulla panchina del Diavolo, capace di riportare il Milan sul tetto d'Italia malgrado un organico, almeno sulla carta, inferiore alle dirette concorrenti. Quei tempi, tuttavia, sembrano ormai lontani, lontanissimi: i rossoneri, nelle ultime settimane, sono infatti sprofondati in un'improvvisa crisi, incassando complessivamente quattro ko consecutivi, di cui due, dolorosissimi, nei derby prima di Supercoppa e poi di campionato contro l'Inter. E la panchina di Pioli, granitica soltanto fino a pochi giorni fa, inizia a manifestare qualche scricchiolio.

Pioli a rischio? Il Milan segue Conte e De Zerbi

Sia chiaro, il tecnico, almeno per ora, non rischia il posto. Maldini e Massara, malgrado il periodo nero, ripongono infatti ancora completa fiducia nei confronti di Pioli, ma è chiaro che tutti, nella dirigenza, si aspettino una marcata inversione di tendenza nelle prossime settimane. L'obiettivo Champions, in particolare, non può sfuggire, sia per una questione di immagine sia, soprattutto, per una questione economica: non terminare il campionato in una delle prime quattro posizioni significherebbe perdere decine e decine di milioni di euro, costringendo a rivedere qualsiasi piano di investimento per il futuro. E diventerebbe lo specchio di una stagione fallimentare.

Ecco, quindi, che il Milan, come riporta Repubblica, si starebbe guardando attorno alla ricerca di un nuovo allenatore per un eventuale dopo Pioli. Due i nomi finiti nel mirino: quelli di Antonio Conte, oggi in Inghilterra alla guida del Tottenham, e di Roberto De Zerbi, anche lui in Premier League sulla panchina del Brighton. Entrambi, però, costano molto: il primo, agli Spurs, guadagna attualmente 17 milioni di euro a stagione, mentre il secondo, nei mesi scorsi, ha firmato con i Seagulls un contratto da 5 milioni netti per quattro stagioni. Cifre probabilmente fuori portata per il Diavolo, soprattutto in caso di mancata qualificazione alla Champions League.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan, Pioli a rischio? I possibili successori

Today è in caricamento