rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Calcio

Roma, rivoluzione "morbida"? Il punto sul mercato giallorosso

Difesa e centrocampo i reparti coinvolti nelle trattative invernali: priorità per un terzino destro e per una pedina che puntelli la linea mediana

Sarà una rivoluzione...morbida quella si sta preparando in casa Roma. E’ ormai scontato che la rosa della formazione giallorossa subirà un’opera di restyling, ma resta ancora da capire quanto profonda. Gli unici reparti che non subirebbero modifiche di sorta sono quello dei portieri e degli attaccanti: nel caso in cui Borja Mayoral faccia effettivamente le valigie (con destinazione la vicina Firenze), potrebbe essere Felix ad essere promosso stabilmente in prima squadra senza così intavolare un trattativa per un sostituto dello spagnolo. Ma in difesa ed a centrocampo, la finestra invernale di mercato potrebbe essere veramente da “grandi manovre”.

In difesa, l’esigenza resta quella di trovare un vice Karsdorp, perché quello attuale – l’americano Reynolds – andrà altrove ritagliarsi spazi più cospicui. Un profilo interessante è quello di Bartosz Bereszy?ski, terzino della Sampdoria, al suo sesto campionato in maglia blucerchiata. Più tortuosa la strada che porta a Mehmet Zeki Çelik, laterale del Lille campione di Francia in carica: più duttilità ma anche maggiore concorrenza da parte di club continentali (tra cui anche l’Atletico Madrid). Nelle ultime ore però a salire sono le quotazioni di Benjamin Henrichs, attualmente poco utilizzato al Lipsia: il poter essere utilizzato in entrambe le fasce rappresenta senza dubbio un valore aggiunto. Nel reparto dei centrali da capire le condizioni di Smalling, che potrebbe anche riuscire a tornare tra i convocati dopo la sosta: ulteriori problematiche fisiche obbligherebbero la dirigenza a cercare alternative, così come nel caso in cui arrivassero offerte interessanti per Kumbulla. Tutto fermo, invece, sul fronte Fazio e Santon, che si allenano a parte ed hanno il contratto in scadenza a giugno 2022.

A centrocampo, il “via-vai” potrebbe essere anche più massiccio. Villar ha richieste sia dalla Liga (Siviglia e Valencia) che dalla serie A, più difficile il caso Diawara che già nei mesi passati aveva rifiutato le proposte di trasferimento, senza contare che anche per Darboe alcuni club italiani della massima serie si siano fatte avanti per ottenerne il prestito. C’è sempre la pista Zakaria, per cui si profila però un rischio di un gioco al rialzo, considerando che anche da Torino – sponda Juventus – pare ci sia interesse nei confronti dello svizzero, la cui entrata sarebbe forse subordinata alla partenza di Ramsey. Tra le alternative, ritorna d’attualità il nome di Douglas Luiz: dopo due anni di Liga e due di Premier, potrebbe essere l’Italia la prossima destinazione del centrocampista brasiliano, salito sul gradino più alto del podio alle Olimpiadi di Tokyo con la nazionale verdeoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, rivoluzione "morbida"? Il punto sul mercato giallorosso

Today è in caricamento