rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Calcio

Chi è Wijnaldum, centrocampista olandese in arrivo alla Roma

Già pedina insostituibile nel LIverpool di Klopp, perno della nazionale orange, il 32enne è reduce da una stagione in Ligue 1 col Paris Saint Germain

Da quella che inizialmente aveva assunto i contorni di migliore ipotesi sulla carta (come riportato qui) a probabile formazione che effettivamente la Roma schiererà in avvio di campionato il lasso di tempo è stato breve. C’è effettivamente l’ipotesi di uno Zaniolo che cambierà aria, qualora le offerte presentate al club capitolino siano congrue – Juventus o Tottenham, sempre che il giocatore accetti di attraversare la Manica – ma anche la consapevolezza da parte dell’attaccante giallorosso che la squadra che sta prendendo forma potrebbe, davvero, rappresentare la mina vagante della prossima serie A.

Non c’è solo Mourinho al timone, non c’è solo Dybala ad accrescere qualità ed a garantire un innalzamento del tasso tecnico. C’è anche Georginio Wijnaldum a rendere ulteriormente ricco il parco giocatori di una Roma che ha concretamente risposto al fuoco delle big italiane nell’estate del calcio mercato. E quello del centrocampista olandese è a tutti gli effetti un colpo che non lascia indifferenti, considerando curriculum (PSV, Newcastle, Liverpool e Paris Saint Germain negli ultimi due lustri) e palmares, visto che l’olandese di origini surinamesi – come Clarence Seedorf – in un biennio ha fatto un clamoroso en-plein vincendo Premier, Champions League, Supercoppa Europea e Coppa del Mondo per club con i reds da assoluto protagonista, e non da comprimario.

L’arrivo – imminente – di Wijnaldum regalerebbe a Mourinho una pedina reduce da due stagioni dal rendimento forse meno “esplosivo” rispetto alle precedenti, ma in grado di abbinare dinamismo, qualità ed esperienza che lo rendono il prototipo del centrocampista “box to box” tanto ricercato dai tecnici e tanto utile proprio per la sua conclamata ecletticità. I suoi detrattori lo dipingono come bravo in tutto senza eccellere in nulla, medaglia però rovesciabile analizzando la duttilità di Wijnaldum nato esterno d’attacco (con eccellenti doti di dribbling) ed arretrato fino a diventare il fulcro della mediana del Liverpool di Klopp, perfetto nelle due fasi sebbene con un contributo realizzativo minore rispetto alle sue stagioni in Eredivisie (serie A olandese nella quale ha debuttato a nemmeno 16 anni e mezzo con il Feyenoord, record di precocità nel club biancorosso).

Passato da indispensabile a sacrificabile in quel di Parigi (dove ha comunque collezionato 38 presenze, ma solo 22 dal primo minuto, nel complesso tre gol e tre assist), Wijnaldum assume le sembianze di perfetto alter-ego di Pellegrini nel gioco giallorosso: spendibile in mezzo al campo e fruibile anche tra le linee, posizioni ricoperte non solo dal capitano giallorosso ma anche da quel Mkhitaryan - che ha lasciato la capitale per trasferirsi all’Inter – o nel 4-2-3-1 originario o nel 3-4-2-1 dinamico con cui l’allenatore portoghese ha concluso la stagione. L’accordo con il giocatore c’è, quello con il Paris Saint Germain in dirittura d’arrivo, ed i tifosi della Roma sono pronti a lucidare un altro pezzo pregiato nell’argenteria arricchitasi in questa estate da protagonisti del mercato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Wijnaldum, centrocampista olandese in arrivo alla Roma

Today è in caricamento