rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Calcio

Romelu Lukaku in crisi nel Chelsea, all’Inter segnava il doppio

Il Chelsea campione d’Europa ha un problema, Romelu Lukaku non segna più, Tuchel allontana le critiche ma con l’Inter era tutto diverso.

Centoquindici milioni per risolvere il problema del centravanti. Roman Abramovich durante l’estate è sceso in campo senza badare a spese per accontantare Tuchel e rendere ancora più forte il Chlsea già campione d’Europa. Dop aver sborsato 60 milioni per Werner due estati fa, con il tedesco in piena crisi e forse destinato a lasciare Londra a gennaio, il magnate russo ha approfittato dei conti inn rosso dell’Inter per dare l’assalto a Romelu Lukaku. L’offerta da capogiro è stata accettata e così è arrivato l'addio a Milano.

Romelu Lukaku si è perso nel Chelsea di Tuchel

L’attaccante belga è stato ovviamente il fiore all’occhiello della campagna a acquisti dei blues e il modo di scendere in campo di Tuchel sembrava essere perfetto per lui. Una squadra che gioca con una sola punta con due trequartisti alle spalle e almeno uno dei due esterni di centrocampo in costante spinta offensiva. Tutti al servizio del centravanti, tutti al servizio di Lukaku.

L’inizio è stato da urlo, il belga segna all’esordio con l’Arsenal, poi si ripete due settimane dopo con l’Aston Villa infilando la prima doppietta della sua nuova avventura. Tre giorni dopo inizia la Champions League e arriva la firma anche in questo caso con la rete decisiva per l’1-0 sullo Zenit.

Lukaku si è perso, nell'Inter era tutto diverso

Poi il buio, da un mese il centravanti non segna più, annichilito dalla difesa della Juventus in Europa e incapace di mettere la palla in rete anche in Premier League nelle ultime quattro gare con Tottenham, Manchester City, Southampton e Brentford. In totale sono quattro gol in dieci gare, non tantissimo per chi è stato pagato oltre 100 milioni. Oggi Tuchel ha difeso il suo giocatore parlando di stanchezza mentale da assorbire, ma il campanello d’allarme è suonato forte a Londra.

A maggior ragione se si guardano le statistiche di Lukaku nelle prime gare della passata stagione con l’ Inter. Nelle prime dieci partite infatti il belga aveva messo a segno ben nove reti, due in Champions League contro il Borussia Monchengladbach, altrettante con il Benevento e con il Torino e poi era andato in gol anche contro Fiorentina, Milan e Genoa. Tutta un'altra musica.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romelu Lukaku in crisi nel Chelsea, all’Inter segnava il doppio

Today è in caricamento