rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Calcio

Samp, D'Aversa sfiduciato: il derby per evitare l'esonero

Il tecnico blucerchiato ad un passo dal licenziamento ieri notte dopo il ko contro la Lazio: Ferrero sta corteggiando Dejan Stankovic (sotto contratto con la Stella Rossa) e Andrea Pirlo, altrimenti pronto il ritorno di Giampaolo (che dovrà rescindere con il Toro)

Sei punti nelle ultime sei partite. La Samp, con 15 punti dopo 16 giornate (gli stessi del Venezia neopromosso), scivola lentamente verso la zona pericolo della classifica, distante solo 5 lunghezze. Terza peggior difesa della A dietro Spezia e Salernitana, con 32 gol incassati. Numeri che allarmano l'ambiente: Roberto D'Aversa torna seriamente a "vedere" l'esonero.

Dopo il ko di ieri sera in casa contro la Lazio, la società blucerchiata aveva praticamente già deciso per il cambio. Il presidente Ferrero aveva dato mandato ai suoi uomini di chiudere la trattativa con il 43enne Dejan Stankovic, ex centrocampista di Lazio e Inter, attualmente legato da contratto alla Stella Rossa di Belgrado. Operazione che richiedeva tempi lunghi dal punto di vista burocratico e quindi avrebbe condizionato pesantemente la settimana del derby della Lanterna, in venerdì prossimo, alle 20:45, come match di apertura della 17a giornata. Troppo stretta la forbice per un avvicendamento in panchina. Per questo, la Samp ha preso tempo, confermando D'Aversa fino alla prossima partita. Una fiducia a tempo, come si dice in gergo, voluta anche dal ds Faggiano, che lo ha voluto fortemente in blucerchiato.

Nei fatti, però, la società ha sfiduciato il 45enne allenatore pescarese, che lavorerà in questi giorni con il fantasma di un suo licenziamento sulle spalle. Non il modo migliore di prepararsi ad un derby.

Se venerdì sera D'Aversa non dovesse ritrovare la vittoria, smarrita nelle ultime due giornate (ko contro Fiorentina e Lazio), la sua avventura a Genova potrebbe dirsi conclusa. Ferrero proverà di nuovo a sbloccare l'operazione-Stankovic, ma ha anche delle alternative. Una si chiama Andrea Pirlo, su cui si lavora sotto traccia da tempo. L'altra è il ritorno di Marco Giampaolo. L'allenatore abruzzese è ancora legato al Toro da un contratto, ma avrebbe dato la disponibilità a rescindere per sposare nuovamente la causa doriana e tornare così in pista in serie A a quasi un anno dal suo esonero dalla panca del Torino (18 gennaio scorso).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Samp, D'Aversa sfiduciato: il derby per evitare l'esonero

Today è in caricamento