rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Calcio

La serie C si arrende al Covid: stop fino al 23 gennaio

Sono già oltre 250 i calciatori contagiati. I tre gironi riprenderanno dalla 4a giornata di ritorno. A febbraio i recuperi infrasettimanali di 2a e 3a giornata. Ghirelli: "La salute è un bene primario, evitiamo spostamenti e assembramenti"

Anche la serie C nazionale si arrende all'ondata del Covid. Campionati fermi fino al 23 gennaio. Saltano quindi la seconda e la terza giornata di ritorno, che verranno recuperate a febbraio con due turni infrasettimanali, in tutti e tre i gironi. Lo ha deciso oggi la Lega Pro, annunciando lo stop con un comunicato ufficiale.

“La salute – ha detto Ghirelli all’agenzia Ansa – è un bene primario, noi come calcio dobbiamo ragionare da sistema. La situazione a nei club di Lega Pro era questa: 2650 è il numero complessivo che forma il gruppo squadra delle sessanta società, 1700 sono calciatori e 950 altre figure professionali – sottolinea Ghirelli -. 11% risultano positivi, di cui 250 calciatori che rappresentano un dato del 16% e di 57 delle altre figure professionali che rappresentano un dato del 6%”.


“I contagi aumenteranno - ha aggiunto Ghirelli - . La prima scelta è quella di rendere obbligatoria la vaccinazione, sarebbe positivo per il calcio pur essendo noi al 98,5 % dei vaccinati nel gruppo squadra. La scelta operata dalla Serie C di rinviare la seconda giornata di campionato è stata quella di consentire ‘una bolla’ di non movimentazione dei club. Prima di Natale, il riempimento dei nostri stadi era intorno al 30-34% rispetto al 75% previsto dal decreto del governo Draghi. La salute è un bene primario”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La serie C si arrende al Covid: stop fino al 23 gennaio

Today è in caricamento