rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Calcio

Shevchenko al Genoa: la probabile formazione rossoblu con il nuovo allenatore

Il pareggio contro l’Empoli non basta a Ballardini, il Genoa lo esonera e punta su Shevchenko.

Il nuovo Genoa americano riparte da Andrij Shevchenko, è lui il nuovo allenatore rossoblu. Prende il posto di Davide Ballardini a cui è fatale il pareggio in rimonta di Empoli e una striscia negativa che ha portato il Grifone al quartulimo posto dopo nove gare senza vittorie. 

Shevchenko al Genoa: la nuova era americana è iniziata

Il cambio di tecnico è la prima vera mossa della nuova dirigenza americana del Genoa. La 777 Partners ha acquistato la società da Enrico Preziosi a settembre, ma fino ad oggi è rimasta rimasta nell’ombra in attesa del closing. Ieri sera la prima zampata con l’esonero di Ballardini e un nuovo allenatore di grande blasone. 

Shevchenko arriva al Genoa con un biennale da quasi due milioni di euro all’anno, una cifra di tutto rispetto e in linea con i club che hanno ambizioni più alte rispetto alla mera salvezza. E’una scommessa perché fino ad ora ha allenato solo la Nazionale ucraina, dal 2016 agli ugli ultimi Europei, ma è anche una mossa per dare visibilità al Grifone in Italia e all’estero. La notizia del ritorno di Sheva in Italia ha già fatto il giro del mondo.

La probabile formazione del Genoa con Shevchenko

Il compito dell’ex attaccante del Milan non sarà facile, dovrà ridare fiducia ad una squadra che in quasi tutte le gare è partita sotto di almeno un gol e poi ha cercato di rimontare. Ma come giocherà il nuovo Genoa di Shevhcenko? L’allenatore ha mostrato nella sua lunga esperienza con l’Ucraina di avere nel 4-3-3 il modulo preferito, ma senza dogmi. Soprattutto nel’ultimo anno ha sperimentato la difesa a tre e con il 3-5-2 di base e la variabile di un trequartista alle spalle delle due punte 

E proprio da questa seconda opzione potrebbe partire Shevchenko, perché la rosa rossoblu non ha esterni d’attacco di valore e nemmeno terzini di ruolo affidabili, fino al mercato di gennaio quidni niente 4-3-3. La priorità è quella di recuperare gli infortunati, Ballardini ha giocato per quasi tutta la stagione senza Maksimovic e Vanheusden, senza contare che ai box ci sono anche Bani. Hernani, Cassata, Ghiglione, Fares e Destro. 

Quando la truppa sarà al completo quindi Sheva potrebbe schierare davanti a Sirigu il terzetto formato da Criscito, Maksimovic e Vanheusden con Vazquez prima alternativa. Sugli esterni Fares e Cambiaso possono coprire tutta la fascia, mentre in mediana più facile che il nuovo corso parta con i tre mediani in linea, gli unici trequartisti sono infatti Galdames e Melegoni che hanno giocato poco fino ad oggi. Così Badelj, Rovella e Sturaro partono in vantaggio sullo spento Touré di inizio stagione. In attacco Caicedo sostituirà Destro fino a quando non tornerà dall’infortunio, al suo fianco l’esperienza di Pandev oppure la gioventù di Bianchi e Kallon. Diifficile vedere in campo il doppio centravanti, Shevchenko nell’Ucraina non ha quasi mai utilizzato questa soluzione.

La probabile formazione del Genoa di Shvechenko (3-5-2) Sirigu; Criscito, Maksimovic, Vanheusden: Cambiaso, Rovella, Badelj, Sturaro, Fares; Destro, Pandev.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shevchenko al Genoa: la probabile formazione rossoblu con il nuovo allenatore

Today è in caricamento